Cos'è l'anice stellato?

Cos’è l’anice stellato?

Storia

L’anice stellato è il frutto di un albero chiamato Illicium verum. È usato come spezia in cucina per il suo sapore di anice. I cinesi lo hanno usato per migliaia di anni sia come spezia culinaria che come medicina.

Il frutto consiste in un polifoglio con otto carpelli, ognuno dei quali contiene un seme lucido.

La spezia fu introdotta in Europa nel 1578 dal navigatore inglese Sir Thomas Cavendish. Ha portato l’anice stellato in Europa attraverso le Filippine, portando molti europei a credere che la spezia abbia avuto origine nelle Filippine.

L’uso delle spezie in Europa a quel tempo era principalmente limitato ai dolci e ai liquori. L’anice stellato è stato usato in Russia dal XVII secolo e in Germania dal XVIII secolo.

Sapore

Il sapore dell’anice stellato è ampiamente descritto come avente le stesse note di liquirizia del finocchio e dell’anice, con l’anice stellato che è il più pungente dei tre.

I suoi sapori piccanti e dolci si intensificano durante la cottura, tanto che può lasciare un retrogusto amaro se usato troppo. È importante notare che i baccelli hanno più sapore dei semi.

Usi culinari

L’anice stellato è una delle spezie che si trovano in molte delle miscele di polvere delle cinque spezie usate in tutta l’Asia.

In Vietnam, è l’aroma principale del pho e in Thailandia è usato per aromatizzare il tè freddo.

In Europa, l’anice stellato è usato in molti liquori come la sambuca e l’anisetta.

È anche un’aggiunta efficace alle spezie tradizionali in Europa e Nord America. Può essere combinato con cannella, noce moscata e chiodi di garofano per l’uso in ricette tradizionali di cottura come la torta di mele e il pan di zenzero.

error: Contenuto protetto!