Cos'è la carragenina?

Cos’è la carragenina?

Storia

Gli esseri umani consumano alghe marine da migliaia di anni e le coltivano da quasi 3.000 anni. L’alga rossa da cui si estrae la carragenina era usata come pianta medicinale in Cina nel 600 a.C. e come cibo nelle isole britanniche nel 400 a.C.

Nei primi anni della storia americana, la carragenina fu importata dall’Irlanda negli Stati Uniti fino al 1835 per soddisfare la domanda dei nuovi immigrati irlandesi. La carragenina era una parte importante della dieta irlandese, specialmente durante la carestia di patate della metà del XIX secolo. Nel 1835, l’alga da cui si estrae la carragenina fu scoperta al largo della costa del Massachusetts, negli Stati Uniti. Questa scoperta ha messo fine alla dipendenza dalla carragenina irlandese.

Già nel 1810 erano disponibili estratti di carragenina e le sue proprietà gelificanti furono descritte nel 1819. Fu chiamata per la prima volta carragenina intorno al 1829. Si crede che il nome derivi da Carrigan Head, nella contea di Donegal, nel nord-ovest dell’Irlanda.

La produzione industriale dell’estratto di carragenina non iniziò fino al 1937, anche se un brevetto per il processo di estrazione fu ottenuto poco più di un secolo prima. A causa della seconda guerra mondiale, la fornitura di agar-agar dal Giappone fu interrotta, il che portò a un forte aumento della produzione di estratto di carragenina. In effetti, la guerra ha spinto la carragenina alla ribalta dei prodotti alimentari, che è una grande ragione per cui rimane il principale estratto d’alga usato in tutto il mondo.

Sapore

Il ruolo della carragenina non è tanto quello di migliorare il gusto quanto quello di stabilizzare e gelificare. Come stabilizzatore, previene la separazione; come gelificante, migliora la sensazione in bocca. La carragenina dà al gelato la sua consistenza cremosa, e lo stesso vale per lo yogurt.

Usi culinari

La carragenina è usata principalmente negli alimenti trasformati come agente gelificante e miglioratore della consistenza. Viene aggiunto a formaggi, gelati e creme per migliorarne l’aspetto.

Nella cucina casalinga, può essere usato come addensante per zuppe e salse e nei dolci.

error: Contenuto protetto!