Cos'è il curry in polvere?

Cos’è il curry in polvere?

Storia

Un curry è un termine generico per una grande varietà di preparazioni piccanti. Si trova principalmente nelle cucine indiane o influenzate dall’India o nel sud-est asiatico.

A seconda della sua composizione, un curry può essere molto dolce o molto piccante, e di solito è molto profumato.

Si pensa che la parola curry derivi da “kari”, la parola Tamil per una salsa di spezie servita nell’India meridionale. È uno dei tanti accompagnamenti di carne e verdura di quella regione.

Si dice che i portoghesi abbiano riportato il termine in Europa dopo aver colonizzato alcune parti dell’India. Tuttavia, si pensa che il curry risalga ad almeno 4000 anni fa.

Prove di un piatto contenente zenzero e curcuma sono state trovate in denti umani e in un vaso nell’antica città indiana di Farmana. Lo zenzero e la curcuma sono usati ancora oggi come ingredienti del curry.

Il curry in polvere è una combinazione di spezie. Gli storici mettono in dubbio le origini di questa polvere, poiché non esiste un vero equivalente autentico nel subcontinente indiano.

L’unico prodotto autentico simile sarebbe il garam masala, anche se è spesso usato in forma di pasta piuttosto che in polvere, poiché contiene ingredienti umidi e spezie secche. Il garam masala contiene una combinazione di spezie tostate e macinate che vengono mescolate in quantità variabili a seconda della ricetta.

La prima menzione del curry in polvere è apparsa nelle pubblicità britanniche a metà degli anni 1780. L’inserzionista sosteneva che il curry in polvere era stato portato dalle Indie Orientali da Solander, un botanico svedese che era in spedizione con il navigatore James Cook, comandante della HMB Endeavour.

Anche se questa affermazione è probabilmente una finzione di marketing creata per evocare immagini dell’Estremo Oriente, il curry in polvere in vendita era probabilmente una combinazione di spezie indiane prodotte dalla società West and Wyatt.

Sapore

In Europa, il curry in polvere è un prodotto standardizzato con poche variazioni di sapore da marca a marca.

Il suo sapore unico deriva dal fatto che è composto da spezie sia dolci che salate. Contiene spezie come il cumino, la curcuma e le foglie di alloro che gli conferiscono un aroma di terra.

Il curry in polvere contiene anche cannella e chiodi di garofano che aggiungono dolcezza. Di solito contiene anche del pepe che aggiunge un po’ di spezie. La quantità di pepe determina il grado di calore.

Questi sono solo alcuni degli ingredienti usati nel curry in polvere e diverse miscele possono contenere altre spezie come il fieno greco, lo zenzero e il pepe della Giamaica.

Usi culinari

Il curry in polvere è usato in molte cucine per condire piatti contenenti pollo, agnello o frutti di mare.

È anche molto usato nei piatti di verdure. Cavolfiore, cavolo e ceci possono essere cucinati con curry in polvere.

Il curry in polvere è anche un ingrediente in alcune ricette di condimenti per insalata.

error: Contenuto protetto!