Come essiccare le erbe?

Come essiccare le erbe?

Prima di pensare all’essiccazione delle erbe, il primo passo è quello di selezionarle con cura. Scegliete erbe organiche coltivate nella vostra zona o, meglio ancora, erbe del vostro giardino.

Se coltivate le vostre erbe biologiche, non c’è bisogno di lavarle, soprattutto perché alcuni degli oli aromatici in esse contenute possono essere lavati via. Assicuratevi solo di scuoterli bene nel caso in cui ospitino insetti, e se sono davvero sporchi, sciacquateli velocemente. Raccoglieteli a metà mattina, quando la rugiada è appena evaporata, ma prima che il sole abbia bruciato gli oli essenziali delle erbe.

Se state usando erbe fresche, comprate in negozio, lavatele e asciugatele accuratamente. Strizzarli prima in una centrifuga per insalata, poi tamponare l’umidità rimanente con un tovagliolo di carta.

Poi, è il momento di scegliere un metodo di essiccazione. Scegliete quello che meglio si adatta alle erbe che volete usare (e al tempo che avete a disposizione), e presto avrete in casa una miriade di erbe essiccate per cucinare.

Aria

L’essiccazione all’aria è uno dei modi più semplici per essiccare le erbe a casa. Questo processo può richiedere molto tempo, ma risulta in un gusto più puro e pulito di altri metodi.

Puoi far essiccare le erbe all’aria in mazzi, il che richiederà più tempo, oppure puoi disporle individualmente, il che richiederà più spazio ma permetterà loro di essiccare più velocemente e ridurre la possibilità di marcire o ammuffire prima che siano perfettamente essiccate.

Ecco i passi per asciugare le erbe all’aria su una griglia o una teglia:

1 – Distribuire le foglie o i rametti di erbe su una griglia o una teglia foderata con una stamigna o carta pergamena.

2 – Posizionare la griglia o la teglia in un luogo caldo, lontano dalla luce diretta del sole.

3 – Girare le foglie regolarmente, circa ogni 12 ore.

Questo metodo dovrebbe disidratare le erbe in 2 o 3 giorni. Le erbe sono essiccate quando hanno la consistenza di fiocchi di mais e si sbriciolano quando vengono accarezzate.

L’essiccazione all’aria dei mazzi di erbe richiede un po’ più di tempo – fino a due settimane – ma i mazzi permettono una facile conservazione. Una volta che le erbe sono essiccate, puoi appenderle in cucina e usarle secondo necessità.

Ecco i passi per essiccare le erbe all’aria in mazzi:

1 – Legare piccoli mazzi di erbe con dello spago o un elastico. Assicuratevi che i mazzi non siano troppo grandi per evitare marciumi o muffe.

2 – Appendere i mazzi a testa in giù in un luogo caldo e lontano dalla luce diretta del sole.

3 – Se necessario, avvolgere i mazzi in sacchetti di carta perforati per proteggerli dalla polvere.

4 – Quando i mazzi sono essiccati, rimuovere i sacchetti di carta.

Qualunque metodo scegliate per essiccare all’aria le vostre erbe, assicuratevi di metterle in una zona ben ventilata fuori dalla luce diretta del sole per un’essiccazione ottimale.

L’umidità può causare il deterioramento delle erbe e lo sviluppo di muffe. Se vivete in una zona molto umida, dovreste optare per un’altra tecnica di essiccazione.

L’essiccazione all’aria è ideale per le erbe a foglia larga come la menta, il basilico, l’origano o la maggiorana.

Forno

L’essiccazione al forno è un metodo molto più veloce dell’essiccazione all’aria, anche se bisogna fare attenzione a non bruciare le erbe, e potreste dover sperimentare con il vostro forno per trovare la tecnica ideale.

Ecco i passi da seguire per essiccare le erbe al forno:

1 – Staccare le foglie dai loro steli e distribuirle su una griglia o una teglia rivestita di carta da forno.

2 – Impostare il forno alla temperatura più bassa possibile e posizionare la griglia o la teglia a metà del forno. Idealmente, la temperatura dovrebbe essere intorno ai 40°C. Potrebbe essere necessario preriscaldare il forno, poi spegnerlo e lasciare solo la luce accesa per ottenere una temperatura così bassa. Potrebbe essere necessario utilizzare un termometro da cucina per determinare con precisione la temperatura.

3 – Lasciare la porta del forno socchiusa in modo che l’umidità in eccesso possa uscire e che il forno non diventi troppo caldo.

4 – Essiccare le erbe per 30 minuti, poi girarle. Continuare l’essiccazione per altri 30 minuti.

5 – Dopo un’ora, spegnete il forno e lasciate raffreddare le erbe nel forno.

Questo metodo funziona meglio per le erbe dure come la salvia, il rosmarino o il timo.

Microonde

Essiccare le erbe è un esercizio di pazienza. Se volete disidratare le vostre erbe più rapidamente, potete provare il microonde, che mira specificamente all’acqua. Tuttavia, questo metodo è più rischioso e il rischio di bruciare è molto più alto.

Ecco i passi da seguire per essiccare le erbe nel microonde:

1 – Staccare le foglie dai loro steli.

2 – Foderare un piatto per microonde con carta assorbente. Distribuire le foglie in un unico strato senza sovrapporle. Coprire le foglie con una seconda carta assorbente.

3 – Mettere in microonde su alto per 1 minuto. Osserva attentamente le erbe e spegni il microonde se senti che le erbe bruciano.

4 – Se le erbe non sono ancora completamente essiccate, continuare ad essiccarle in cicli di 15 secondi. A seconda dell’erba e del contenuto di umidità, questo metodo può richiedere da un minuto a dieci minuti.

L’essiccazione a microonde funziona bene con piccole quantità di erbe più delicate, come l’erba cipollina o il coriandolo. Tuttavia, può funzionare con qualsiasi erba.

Come conservare le erbe essiccate?

Una volta che avete essiccato le vostre erbe, sono pronte da usare immediatamente, ma più spesso che no, vorrete conservarle per dopo.

Sbriciolate le erbe essiccate con le dita o schiacciatele in un mortaio e pestello, scartando i gambi duri che trovate. Puoi anche conservare le erbe intere, il che permette loro di conservare meglio i loro oli aromatici.

Mettete le erbe in piccoli contenitori ermetici e conservatele in un luogo fresco e buio, come un armadio. Le vostre erbe si conservano da sei a dodici mesi, ma prima le usate, meglio saranno.

Potete usare le vostre erbe essiccate nei vostri piatti preferiti, ma siate consapevoli che le erbe essiccate hanno sapori più concentrati, quindi avrete bisogno di molto meno di un’erba essiccata che di una fresca. Inoltre, mentre le erbe fresche dovrebbero sempre essere aggiunte ai piatti all’ultimo minuto, le erbe essiccate possono essere aggiunte un po’ prima nella ricetta, per permettere ai loro sapori di svilupparsi nel piatto.

Potete essiccare qualsiasi erba che vi piace, ma alcune conservano meglio il loro sapore se invece vengono congelate. Queste erbe delicate includono basilico, erba cipollina, coriandolo, prezzemolo e dragoncello.

Per congelare queste erbe, tritarle finemente e metterle in una vaschetta per cubetti di ghiaccio. Coprirli completamente con olio extravergine di oliva e congelarli. Quando i cubetti di ghiaccio sono solidi, trasferiteli in un sacchetto di plastica e conservateli nel congelatore fino al momento del bisogno.

error: Contenuto protetto!