Come essiccare i funghi?

Come essiccare i funghi?

I funghi freschi sono di stagione. Se vuoi goderti il tuo raccolto di funghi selvatici tutto l’anno ed evitare gli sprechi, la soluzione migliore è disidratarli. I funghi essiccati sono un ingrediente meraviglioso da incorporare in una varietà di piatti tra cui pasta, risotti, zuppe e salse.

La maggior parte dei funghi si disidrata magnificamente. Guadagnano anche sapore mentre si essiccano. Si possono essiccare porcini, finferli, spugnole, boleti, shiitakes o qualsiasi altro fungo commestibile.

I funghi essiccati si conservano per circa un anno. Quando vengono reidratati diversi mesi dopo l’essiccazione, la loro consistenza è quasi identica a quella dei funghi freschi. Anche se il modo migliore per disidratare i funghi è in un essiccatore, si possono ottenere ottimi risultati usando un forno normale o il calore del sole.

Essiccatore

Ecco i passi da seguire per essiccare i funghi in un essiccatore alimentare:

1 – Scegliere funghi freschi e di ottima qualità. Eliminare i funghi danneggiati.

2 – I funghi sono spesso coperti da un po’ di terra. A causa della loro forma, la terra può nascondersi in molti posti. Assicuratevi di pulirli bene prima di essiccarli. È un mito che i funghi assorbano molta acqua, quindi non abbiate paura di sciacquarli bene. Pulire accuratamente i funghi in acqua fredda, strofinandoli delicatamente con una spazzola se necessario. Se preferite, potete affettarli prima e poi lavarli.

3 – I funghi freschi sono per il 70-90% acqua. Affinché i funghi si essiccino correttamente, devono essere tagliati in pezzi di dimensioni simili. Tagliare i funghi a fette da 2 a 6 mm di spessore. Le fette più grandi impiegheranno più tempo ad essiccare. Se i vostri funghi sono piccoli, potete disidratarli interi o semplicemente tagliarli a metà.

4 – Lasciare asciugare le fette di funghi su carta assorbente o tamponarle delicatamente con un asciugamano pulito.

5 – Stendere le fette di funghi sui vassoi dell’essiccatore. Assicuratevi che le fette non si sovrappongano.

6 – Accendere l’essiccatore e impostarlo su una temperatura di 50°C o inferiore. È meglio usare una temperatura più bassa per evitare di bruciare i funghi.

7 – Disidratare le fette di funghi per 3 o 4 ore o finché non diventano croccanti. Monitorateli ogni ora. I funghi essiccati non mostrano un significativo cambiamento di colore. Si può dire se sono sufficientemente disidratati se sono fragili e non morbidi. Se le fette non si rompono quando vengono piegate, sono ancora umide.

Forno

Ecco i passi da seguire per essiccare i funghi nel forno:

1 – Scegliere funghi freschi e di ottima qualità. Eliminare i funghi danneggiati.

2 – I funghi sono spesso coperti da un po’ di terra. A causa della loro forma, la terra può nascondersi in molti posti. Assicuratevi di pulirli bene prima di essiccarli. È un mito che i funghi assorbano molta acqua, quindi non abbiate paura di sciacquarli bene. Pulire accuratamente i funghi in acqua fredda, strofinandoli delicatamente con una spazzola se necessario. Se preferite, potete affettarli prima e poi lavarli.

3 – I funghi freschi sono per il 70-90% acqua. Affinché i funghi si essiccino correttamente, devono essere tagliati in pezzi di dimensioni simili. Tagliare i funghi a fette da 2 a 6 mm di spessore. Le fette più grandi impiegheranno più tempo ad essiccare. Se i vostri funghi sono piccoli, potete disidratarli interi o semplicemente tagliarli a metà.

4 – Lasciare asciugare le fette di funghi su carta assorbente o tamponarle delicatamente con un asciugamano pulito.

5 – Disporre le fette di funghi su una teglia rivestita di carta da forno. Assicuratevi che le fette non si sovrappongano.

6 – Impostare il forno a 60°C o inferiore. Lasciare la porta del forno socchiusa per permettere all’aria di circolare e all’umidità di uscire.

7 – Disidratare le fette di funghi per 3 o 4 ore. Girare le fette ogni ora circa. Se le fette di funghi sono perfettamente essiccate, dovrebbero essere asciutte e fragili.

8 – Si noti che il tempo di essiccazione può variare notevolmente a seconda della varietà di funghi, il contenuto di acqua dei funghi, lo spessore delle fette e il tipo di forno che si utilizza.

Sole

L’essiccazione al sole dovrebbe essere fatta quando il tempo è buono e la temperatura esterna è di almeno 30°C. Ecco i passi da seguire per essiccare i funghi al sole:

1 – Scegliere funghi freschi e di ottima qualità. Eliminare i funghi danneggiati.

2 – I funghi sono spesso coperti da un po’ di terra. A causa della loro forma, la terra può nascondersi in molti posti. Assicuratevi di pulirli bene prima di essiccarli. È un mito che i funghi assorbano molta acqua, quindi non abbiate paura di sciacquarli bene. Pulire accuratamente i funghi in acqua fredda, strofinandoli delicatamente con una spazzola se necessario. Se preferite, potete affettarli prima e poi lavarli.

3 – I funghi freschi sono per il 70-90% acqua. Affinché i funghi si essiccino correttamente, devono essere tagliati in pezzi di dimensioni simili. Tagliare i funghi a fette da 2 a 6 mm di spessore. Le fette più grandi impiegheranno più tempo ad essiccare. Se i vostri funghi sono piccoli, potete disidratarli interi o semplicemente tagliarli a metà.

4 – Lasciare asciugare le fette di funghi su carta assorbente o tamponarle delicatamente con un asciugamano pulito.

5 – Distribuire le fette di funghi su una griglia o una teglia per biscotti, facendo attenzione che non si sovrappongano. Coprire la griglia o la teglia con una stamigna o una zanzariera per evitare che gli uccelli e gli insetti becchino le fette.

6 – Lasciare essiccare le fette di funghi da 3 a 6 giorni. Il tempo di essiccazione può variare a seconda della temperatura esterna, del livello di umidità, dello spessore e del contenuto di umidità delle fette di funghi.

7 – Girare le fette di funghi una volta al giorno per assicurare che il processo di essiccazione sia il più uniforme possibile. Riportate la griglia o la teglia all’interno della casa quando il sole tramonta. Rimettetelo al sole la mattina dopo.

Come conservare i funghi essiccati?

Per massimizzare la durata di conservazione dei funghi essiccati, conservateli in un contenitore ermetico o in un sacchetto di plastica con chiusura lampo in un luogo fresco e buio. I funghi essiccati possono essere conservati da 6 a 12 mesi a temperatura ambiente.

Se vivete in una zona calda e umida, è meglio conservare i funghi essiccati in un contenitore ermetico nel frigorifero. I funghi essiccati possono essere conservati in frigorifero per 6-12 mesi.

Se volete conservare i vostri funghi essiccati per molto tempo, potete congelarli in sacchetti ermetici da congelatore. I funghi essiccati congelati mantengono la loro migliore qualità per circa 12-18 mesi, ma rimangono commestibili ben oltre questo periodo.

Come reidratare i funghi essiccati?

Per reidratare i funghi essiccati, metteteli in una ciotola e copriteli con acqua bollente. Lasciateli in ammollo per 20-30 minuti. Scolare i funghi reidratati e usarli come funghi freschi.

error: Contenuto protetto!