Cos'è la farina di ghiande?

Cos’è la farina di ghiande?

Storia

Le ghiande venivano mangiate dagli antichi greci e dai primi giapponesi, specialmente dai poveri che le usavano durante le carestie. Le prove archeologiche mostrano che gli iberici dell’età del ferro usavano anche le ghiande come uno dei loro alimenti di base.

Secondo le testimonianze storiche, le ghiande venivano mangiate in Inghilterra e in Francia durante il Medioevo come sostituto del pane. Le ghiande venivano bollite e schiacciate per renderle più facili da mangiare.

Le ghiande erano ampiamente consumate dai nativi americani che usavano vari metodi per sbarazzarsi dell’amaro dei semi. Per esempio, i Choctaw della Louisiana facevano la farina di ghiande e poi la sciacquavano con molta acqua. Altre tribù usavano metodi simili, come l’ammollo della farina o il seppellimento di ghiande intere in zone paludose prima di pestarle. Le varietà di ghiande consumate dai nativi americani includevano quelle della quercia bianca e del castagno, così come le ghiande della quercia d’acqua. I nativi americani usavano la farina di ghiande in una varietà di pane e porridge.

Oggi, la farina di ghiande è relativamente rara, ma è ancora usata per fare una varietà di noodles coreani che includono anche la farina di grano. Sta anche vivendo una rinascita in alcune parti del mondo, in particolare in Grecia dove è stato reintrodotto sull’isola di Kea. Questa reintroduzione non è stata senza controversie. Il legame storico con la carestia e la povertà ha portato a uno stigma legato al consumo di ghiande in alcuni luoghi. In Grecia, è ancora considerato da alcuni come il cibo dei poveri.

Sapore

La farina di ghiande è caratterizzata da un alto grado di amarezza dovuto ai tannini che contiene. La varietà di quercia da cui provengono le ghiande e il metodo utilizzato per lisciviare i tannini sono due fattori che influenzano il profilo di sapore della farina di ghiande. Per esempio, la farina di ghiande fatta da ghiande di quercia bianca non è così amara come la farina fatta da ghiande di quercia rossa.

Usi culinari

La farina di ghiande può essere usata per fare biscotti, pane e torte. Potete usarla da sola o mescolarla con altre farine per cambiare la consistenza.

Si noti che la farina di ghiande tende a rendere i prodotti da forno friabili, quindi sarà necessario mescolarla con una farina ricca di glutine per fare un pane più morbido.

error: Contenuto protetto!