Cos'è la farina di manioca?

Cos’è la farina di manioca?

Storia

Secondo gli storici, la manioca ha avuto origine in Sud America. Molto probabilmente ha avuto origine in Brasile e Paraguay. Gli storici credono anche che sia stato coltivato per la prima volta circa 10.000 anni fa e che sia migrato attraverso l’America centrale e i Caraibi molto prima che Colombo e altri coloni arrivassero nel Nuovo Mondo.

Dopo l’arrivo degli europei, la coltivazione della pianta continuò. La manioca era usata a bordo delle navi degli schiavi come razione per gli schiavi. Questo è probabilmente il modo in cui la manioca è arrivata in Africa. La radice avrebbe poi raggiunto l’Asia attraverso l’occupazione spagnola delle Filippine.

La manioca è stata a lungo usata per fare la farina di manioca. È importante notare che la farina di manioca differisce dalla tapioca, anche se entrambe provengono dalla stessa pianta. L’amido di tapioca è fatto dall’amido raffinato della radice di manioca, mentre la farina di manioca è fatta dalla radice intera. Per fare la farina, la radice di manioca viene disidratata e poi macinata.

Poiché le radici e le foglie di manioca contengono alti livelli di cianuro, si devono prendere precauzioni speciali quando si prepara la manioca per il consumo. Anche se ci sono molte varietà di manioca, sono generalmente classificate come amare o dolci. La varietà dolce contiene meno cianuro di quella amara.

Nella mitologia degli indiani del Sud e del Centro America, la manioca era spesso descritta come un cibo per combattere la carestia. Questa pianta è probabilmente una delle più ricche di amido. Contiene il doppio dell’amido delle patate e più di dieci volte l’amido del mais.

Oggi, la manioca è una coltura importante in molti paesi tropicali. È considerata una delle colture alimentari più importanti del mondo.

Sapore

La farina di manioca ha pochissimo sapore, proprio come la farina di grano raffinato. La sua insipidità la rende un eccellente sostituto della farina di grano raffinato, che è altrettanto insapore.

Usi culinari

La farina di manioca è tradizionalmente usata per fare tortillas e pane. I nativi americani lo usavano per fare un tipo di pane piatto e porridge.

È nota per dare una consistenza più morbida di altre farine senza glutine quando viene usata in biscotti e torte. È molto più simile alla farina di grano rispetto ad altre farine senza glutine.

error: Contenuto protetto!