Cos'è la farina di segale?

Cos’è la farina di segale?

Storia

La farina di segale si ottiene dalla macinazione del grano di segale. La segale è un cereale che è stato probabilmente addomesticato in quella che oggi è la Siria. Gli storici ritengono che questo addomesticamento sia avvenuto tra l’8000 e il 6000 a.C., prima di raggiungere l’Europa intorno al 4500 a.C.

Gli agricoltori dell’Europa settentrionale iniziarono a coltivare la segale perché poteva crescere in terreni poveri ed era più resistente al freddo del grano. Il grano cresce meglio nei climi caldi e aridi.

Fino al XIX secolo, la farina di segale era usata per fare il pane, prima che il pane di farina di grano, più morbido e liscio, diventasse più popolare in tutta Europa. Questa popolarità continuò nel XX secolo.

Alla fine del XX secolo, il pane bianco era la varietà di pane più popolare in tutto il mondo. È solo nell’ultimo decennio che il pane di segale ha riacquistato popolarità. Sta diventando sempre più popolare nei ristoranti gourmet e nelle panetterie artigianali.

Sapore

La farina di segale è nota per il suo caratteristico sapore aspro, che deriva dal suo lungo periodo di fermentazione. Il tempo di fermentazione è più lungo perché il glutine della farina di segale non si comporta come quello della farina di grano.

Di conseguenza, l’impasto non sale molto, quindi il pane fatto con la farina di segale è più denso perché c’è meno gas intrappolato nell’impasto. Questa ridotta capacità di lievitazione è la ragione per cui il pane fatto con la farina di segale richiede un lungo tempo di fermentazione.

Usi culinari

L’uso più popolare della farina di segale è quello di fare il pumpernickel, un pane di origine tedesca. Si usa anche per fare altre varietà di pane di segale, specialmente il pane di segale scandinavo.

La farina di segale può essere usata in qualsiasi ricetta che richieda la farina di grano, ma funziona meglio se mescolata alla farina di grano.

error: Contenuto protetto!