Cos'è il miele in polvere?

Cos’è il miele in polvere?

Storia

Il miele in polvere ha molti nomi, tra cui miele granulato e miele secco. Tutti questi nomi si riferiscono al miele che è stato disidratato al punto di essere solido. Il miele con un alto contenuto di fruttosio tende a cristallizzare naturalmente, quindi è probabile che l’uso del miele in polvere sia stato in circolazione da quando gli esseri umani hanno consumato il miele.

L’uso del miele è documentato fin dall’antico Egitto, dove veniva usato come integratore alimentare e per imbalsamare i corpi. Le pitture rupestri che risalgono a circa 8.000 anni fa mostrano anche persone che cacciano i nidi di api per raccogliere il miele. Nei tempi antichi, i greci e i romani usavano il miele sia come medicina che come cibo.

Il miele in polvere moderno è fatto asciugando il miele a spruzzo ad alte temperature per farne una polvere. Possono essere aggiunti stabilizzatori come la maltodestrina.

Sapore

Il miele in polvere è principalmente dolce, con un sapore identico a quello del miele liquido. L’unica differenza è nella consistenza. È possibile trasformare il miele in polvere in miele liquido aggiungendo acqua.

Usi culinari

Il miele in polvere può essere usato in tutte le applicazioni in cui si usa tradizionalmente lo zucchero; ha il vantaggio di essere molto più facile da maneggiare. Per esempio, il miele in polvere può essere usato come dolcificante per bevande come il caffè e il tè.

Si usa anche in pasticceria dove può sostituire il miele liquido. Prolunga la durata di conservazione del pane e migliora la ritenzione dell’umidità. Inoltre, il miele in polvere non rosola i piatti così rapidamente come il miele liquido.

error: Contenuto protetto!