Cos'è il mirin?

Cos’è il mirin?

Storia

Il mirin era un liquore riservato alle classi sociali più ricche fino a quando il sakè divenne la principale bevanda alcolica dei giapponesi nel periodo Edo (1603-1868). Fu solo verso la fine di quest’epoca che il mirin divenne ampiamente consumato dai giapponesi di tutte le classi sociali, anche se il mirin a quel tempo non era così dolce come oggi. Oltre ad essere consumato come bevanda, il mirin era anche usato come dolcificante perché lo zucchero non era ampiamente disponibile.

Come molti ingredienti giapponesi, il mirin ha avuto origine molto probabilmente in Cina; tuttavia, la sua storia esatta è sconosciuta. Un’altra teoria è che il mirin si sia evoluto da antiche bevande giapponesi come il sakè bianco. Alcune fonti indicano che apparve per la prima volta intorno al XII secolo, quando i giapponesi iniziarono a combinare il riso con il sakè come bevanda per le occasioni speciali.

Intorno al XVI secolo, alcuni produttori iniziarono a distillare questa miscela per prolungarne la durata. Il liquore risultante si chiamava shochu e si è evoluto in mirin. Una terza possibilità è che entrambe le teorie siano vere e che il mirin abbia sia un’eredità cinese che giapponese.

Il mirin non ha acquisito il sapore che ha ora fino alla fine dell’era Taisho, cioè all’inizio del XX secolo. Il malto di riso è stato aggiunto per convertire l’amido del mirin in zucchero. Non è stato fino al 1930 che è diventato un ingrediente comune nella cucina giapponese. Negli anni ’40, l’industria del mirin in Giappone era fiorente, con centinaia di produttori. Oggi, il mirin può essere trovato nei negozi di alimentari di tutto il mondo.

Sapore

Oltre ad avere una sottile dolcezza, il mirin è caratterizzato da una leggera acidità che viene spesso scambiata per aceto di riso.

Il mirin è anche salato e ha un alto contenuto di zucchero – circa il 50% di zucchero – e contiene circa il 14% di alcol. Il contenuto di zucchero aiuta a rimuovere le note amare e salate dai cibi, mentre l’alcol può aiutare a ridurre gli odori di pesce e selvaggina in alcuni piatti.

Usi culinari

Il mirin ha diverse applicazioni a seconda di dove viene usato in Giappone. A volte è usato nella zuppa di miso per migliorarne il sapore. È anche usato per migliorare il sapore del pesce.

Il mirin è un ingrediente essenziale della salsa teriyaki ed è anche un componente importante di altre salse tradizionali giapponesi come il ponzu e la salsa per il tempura. Gioca anche un ruolo essenziale nel famoso cibo di strada chiamato yakitori.

error: Contenuto protetto!