Cos'è il panch puran?

Cos’è il panch puran?

Storia

Il panch puran è talvolta scritto punch phoron, paanch phoran o panch phoran. Si traduce letteralmente come cinque spezie o cinque sapori. La parola panch significa cinque. La miscela di spezie ha nomi diversi a seconda di dove viene usata in Asia. Per esempio, può essere chiamato padkaune masala in Nepal.

Le spezie che compongono una miscela tradizionale di panch puran sono semi di nigella, semi di fieno greco e semi di cumino, oltre a semi di senape nera e semi di finocchio. Alcune varietà di panch puran bengalese possono essere fatte con radhuni al posto dei semi di senape. I semi di sedano possono essere usati al posto del radhuni.

A parte le spezie usate nella sua fabbricazione, il panch puran differisce anche dal garam masala e da altre miscele di spezie indiane, perché la versione tradizionale è fatta con spezie intere piuttosto che macinate. Tutte le spezie sono aggiunte alla miscela in quantità uguali nella maggior parte delle miscele tradizionali; tuttavia, questa è ancora una questione di gusto, come nel caso della maggior parte delle miscele di spezie.

Anche se la vera storia del panch puran è sconosciuta, alcuni storici credono che sia legata all’importanza del numero cinque nell’Ayurveda. Si crede che il numero cinque sia legato al Panca-Mahabhuta, che si riferisce ai cinque elementi di base che gli indù considerano alla base della creazione. Questi elementi sono il fuoco e l’acqua, così come l’aria, la terra e l’etere. Il numero cinque appare ripetutamente nella cucina indiana e bengalese in particolare.

Sapore

I semi di fieno greco danno al panch puran la sua caratteristica piccantezza e amarezza. I semi di nigella aggiungono una leggera piccantezza, mentre i semi di cumino aggiungono una dimensione terrosa. Il radhuni può aggiungere una nota erbacea abbastanza intensa da rivaleggiare con il sapore dei semi di fieno greco.

Nelle miscele che utilizzano i semi di senape nera, essi forniscono un’asprezza energica. I semi di finocchio aggiungono una dolcezza profonda che aiuta a mitigare l’amarezza del fieno greco e dei semi di cumino.

Usi culinari

Il panch puran è usato principalmente nelle cucine della parte orientale dell’India, specialmente nel Bengala, così come in Bangladesh e in Nepal. Nella maggior parte dei casi, i cuochi friggono i semi in ghi o olio. I semi vengono poi rimossi e il ghi o l’olio viene utilizzato nel piatto.

Tra gli usi tradizionali del panch puran c’è un piatto vegetale popolare nel Bengala chiamato shukto. Il panch puran è anche usato in marinate e stufati. Se non volete attenervi alla tradizione, potete semplicemente macinare i semi e usarli come spezie per le grigliate.

error: Contenuto protetto!