Cos'è il rafano?

Cos’è il rafano?

Storia

Il rafano era usato dagli egiziani nel 1500 a.C. Più tardi, anche i greci lo usarono. Lo usavano soprattutto come applicazione diretta sulla pelle e aveva la reputazione di essere un afrodisiaco. Era una delle piante amare che gli ebrei mangiavano alla Pasqua ebraica e la usavano anche come pianta medicinale.

In Europa, il consumo di rafano come alimento è iniziato nella parte centrale del continente e si è diffuso a nord fino alla Scandinavia e a ovest fino al Regno Unito. A metà del XIX secolo, i contadini britannici e la classe operaia iniziarono a consumarlo. Alla fine del secolo, era diventato un condimento di base per il roast beef e le ostriche inglesi. Era anche l’ingrediente principale di un tonico servito ai viaggiatori che soggiornavano nelle locande.

Sapore

Il sapore del rafano è simile a quello della senape, ma più intenso e pungente. Questo calore pungente è dovuto alla presenza di un composto chiamato isotiocianato di allile, che è anche responsabile del sapore molto simile del wasabi.

Usi culinari

La salsa di rafano tradizionale si fa grattugiando la radice o usando il rafano già pronto e mescolandolo con zucchero, panna e spezie. Questa è la salsa che viene spesso servita con il roast beef nel Regno Unito.

Il rafano può anche essere aggiunto a una salsa cocktail, come quella servita con il cocktail di gamberi. Può essere usato per aumentare la piccantezza dei cocktail Bloody Mary.

Le foglie di rafano sono anche commestibili e possono essere aggiunte alle insalate come qualsiasi altra insalata verde.

Il rafano è anche spesso essiccato e usato in polvere. Il rafano in polvere può essere usato come spezia per aggiungere un calore intenso a molte ricette.

error: Contenuto protetto!