Cos'è il sale marino?

Cos’è il sale marino?

Storia

Va notato che tutti i sali possono tecnicamente essere considerati sali marini perché tutti provengono da un mare ad un certo punto. Tuttavia, il termine “sale marino” è generalmente usato per indicare il sale prodotto dall’evaporazione dell’acqua di un oceano vivo. Questo metodo di produzione del sale risale alla preistoria.

Le scritture buddiste del V secolo a.C., per esempio, menzionano la produzione di sale marino, anche se le tecniche di produzione sono state sviluppate nel corso della storia in tutto il mondo.

Per esempio, i primi metodi di produzione del sale marino nelle zone romane prevedevano l’evaporazione dell’acqua di mare fino a che non diventava una salamoia concentrata, poi la cottura della salamoia in recipienti di argilla su un fuoco di torba in modo che l’evaporazione finale producesse cristalli di sale.

Sapore

I sali marini naturali hanno un sapore più forte dei sali lavorati, il che significa che dovrai usarne meno per creare il tuo profilo di sapore preferito.

Poiché il sale marino è poco lavorato, i minerali del luogo in cui è stato raccolto sono conservati. Più scuro è il sale, più minerali e nutrienti contiene. Alcuni sali marini contengono anche alghe.

Poiché contengono queste “impurità”, molti sali marini hanno il loro mix distintivo di sapore e colore. Queste diverse qualità possono fare la differenza nei vostri piatti facendo emergere e completando i sapori degli ingredienti.

Vale anche la pena notare che esistono sali marini aromatizzati. Questi includono il sale marino affumicato che è stato infuso con un aroma di fumo e il sale marino con pancetta.

Gli additivi sono una delle principali differenze tra i profili di sapore del sale da cucina e del sale marino. Mentre il sale marino non contiene additivi, il sale da tavola contiene iodio. Le persone sensibili al gusto dello iodio possono percepirlo come un amaro sgradevole.

Tuttavia, il sale marino non ha questa amarezza e generalmente fornisce un sapore più netto e distinto.

Usi culinari

Il colore di un dato sale marino può indicare la presenza di minerali che possono influenzare il gusto del vostro cibo, ma è in gran parte estetico. Di conseguenza, molti chef preferiscono usare esclusivamente sali marini colorati per rifinire i loro piatti.

Per esempio, il sale marino colorato può essere cosparso sulla bistecca affettata o sulle pagnotte di pane prima della cottura. I cristalli di sale possono anche essere usati per migliorare la vostra presentazione.

error: Contenuto protetto!