Cos'è la salsa ponzu?

Cos’è la salsa ponzu?

Storia

La salsa ponzu è talvolta chiamata semplicemente “ponzu”. Si pensa che abbia avuto origine durante il periodo in cui la Compagnia olandese delle Indie orientali commerciava in Giappone, nel 1600. Gli olandesi avevano il monopolio del commercio in Giappone dal XVII secolo alla metà del XIX secolo. Alcuni storici credono che la salsa Worcestershire sia un tentativo di replicare la salsa ponzu.

La salsa ponzu è usata come condimento da tavola e come marinata. Di solito è fatto da zero perché gli ingredienti non sono conservabili, anche se esistono versioni industriali.

Il nome “ponzu” è in realtà composto da due parole olandesi. Pon si traduce come punch e zu significa aceto. Il nome della salsa è quindi letteralmente aceto di punch.

Sapore

La salsa ponzu è composta da mirin o sakè, aceto di riso e bonito, oltre a kombu e succo di agrumi. Il succo di agrumi può provenire da una varietà di frutti, compreso il limone, ma lo yuzu è il frutto tradizionale.

La bonito e il kombu forniscono salinità e sapore umami, proprio come le acciughe nella salsa Worcestershire. L’aceto e il succo di agrumi forniscono note dolci e aspre con una punta di amaro. Gli ingredienti coprono una vasta gamma di sapori, risultando in una salsa con un profilo di gusto complesso.

Usi culinari

La salsa ponzu è spesso usata con lo shoyu (salsa di soia giapponese) per fare una salsa chiamata ponzu shoyu che viene spesso servita con lo shabu-shabu o il sashimi. Alcune persone usano il termine “salsa ponzu” per riferirsi al ponzu shoyu, il che può confondere.

La salsa ponzu si presta anche ad applicazioni occidentali; si può usare allo stesso modo della salsa Worcestershire. Può essere usato come salsa per bistecche o come salsa barbecue. È delizioso in vinaigrette e ceviches.

error: Contenuto protetto!