Cos'è lo sciroppo d'acero?

Cos’è lo sciroppo d’acero?

Storia

Lo sciroppo d’acero era originariamente prodotto dagli Amerindi del nord-est del Nord America. Secondo gli archeologi, la produzione di sciroppo d’acero è precedente all’arrivo degli europei. L’origine esatta dello sciroppo d’acero non è mai stata documentata, quindi nessuno sa chi lo ha scoperto, ma ci sono leggende su come è stato scoperto. Uno di loro racconta che la selvaggina è stata cucinata nella linfa d’acero per un grande manitou. Molti piatti dei nativi americani contenevano sciroppo d’acero o zucchero d’acero al posto del sale comunemente usato nella cucina europea.

Gli Algonchini raccoglievano lo sciroppo d’acero facendo dei tagli nella corteccia degli alberi d’acero e inserendo canne o pezzi di corteccia per incanalare la linfa in contenitori. La linfa è stata poi concentrata riscaldandola con delle pietre. In alternativa, lo congelavano e rimuovevano lo strato di ghiaccio in cima.

I coloni europei impararono come raccogliere la linfa d’acero dai nativi americani. Invece delle incisioni usate dagli amerindi, gli europei forarono i tronchi d’albero e inserirono tubi di legno. Hanno appeso dei secchi ad ogni tubo per raccogliere la linfa. La linfa veniva raccolta solo durante l’inverno perché acquisisce un sapore sgradevole quando la temperatura sale. La linfa è stata bollita per ridurre il suo contenuto di acqua e aumentare il suo contenuto di zucchero.

A metà del 1800, i produttori di sciroppo d’acero usavano bollitori di lamiera piatta per far bollire la linfa d’acero. Questi vasi permettevano un’evaporazione superiore grazie alla loro maggiore superficie. Gli evaporatori sono stati infine utilizzati per ridurre lo sciroppo d’acero e hanno permesso un tempo di ebollizione molto più breve.

Lo sciroppo è ridotto a non più del 5% del volume originale della linfa d’acero, in modo che 100 litri di linfa d’acero producono non più di 5 litri di sciroppo d’acero. Le moderne macchine per la raccolta collegano gli alberi tramite tubi alle piante dove la linfa viene trasformata in sciroppo. A parte le tubature, il processo è ancora molto simile a quello usato dai nativi americani. La linfa raccolta viene ridotta dal calore.

Sapore

Il sapore e il colore dello sciroppo d’acero varia a seconda del periodo dell’anno in cui è stato raccolto; le diverse varietà di sciroppo d’acero sono generalmente classificate in quattro gradi. Il gusto dello sciroppo d’acero è principalmente dolce con note di caramello e vaniglia.

Usi culinari

Lo sciroppo d’acero è usato principalmente come dolcificante. Può essere usato come guarnizione per pancake, waffle e persino per i fiocchi d’avena. È anche comunemente usato come guarnizione per il prosciutto e la pancetta.

error: Contenuto protetto!