Cosa sono i semi di aneto?

Cosa sono i semi di aneto?

Storia

L’aneto, una robusta pianta annuale originaria della Russia meridionale e della regione mediterranea, è un membro della stessa famiglia del cumino, dell’anice e del carvi.

Era noto agli antichi Babilonesi, ed è stato a lungo accreditato di un’ampia varietà di benefici medicinali. Nel Medioevo, si credeva che l’aneto avesse poteri magici.

Scandinavia, Polonia, Russia e Turchia sono oggi i principali produttori, ma l’aneto è coltivato anche in India e Giappone, tra gli altri paesi.

Sapore

I semi di aneto sono ovali, piatti e minuscoli; diecimila semi pesano solo circa 30 grammi. I semi, che sono in realtà i mezzi frutti della pianta, sono marrone chiaro con bordi più chiari.

Il loro aroma leggero ricorda il loro cugino carvi; quando i semi vengono schiacciati, hanno un leggero sapore di anice. Il sapore è pungente e leggermente amaro.

I semi di aneto sono di solito venduti interi, e sono usati interi nella maggior parte dei piatti. Quando viene schiacciata o macinata, la fragranza è fugace. I semi possono essere tostati prima dell’uso per far risaltare il loro sapore.

L’aneto (Anethum sowa), che cresce in India e Giappone, è una varietà diversa dalla pianta europea (Anethum graveolens), e i suoi semi sono più lunghi e sottili.

Usi culinari

L’aneto ha un posto di rilievo nella cucina scandinava, russa, tedesca e polacca. I suoi semi sono ovviamente molto usati nelle marinate.

I semi di aneto si usano anche nel pane e si accompagnano bene alle patate e ad altri farinacei. In Russia e in Polonia sono usati per insaporire zuppe e stufati, mentre in India sono usati per condire stufati di pesce e piatti di carne e verdure.

I semi di aneto aggiungono corpo al pesce e al pollame e sono usati in molte miscele di spezie per entrambi. È anche una delle tante spezie usate nel Ras el hanout, una miscela di spezie marocchina.

error: Contenuto protetto!