Cosa sono i semi di nigella?

Cosa sono i semi di nigella?

Storia

I semi di nigella sono anche conosciuti come semi di cumino nero. La pianta da cui proviene questa spezia ha il nome latino di Nigella sativa. È legato al ranuncolo ed è originario dell’Asia sud-occidentale. Gli storici credono che sia stato usato per la prima volta come spezia culinaria in Turchia e in Siria. La nigella si trova allo stato selvatico in Egitto e in India, ma viene anche coltivato in questi paesi. Si trova anche altrove in Nord Africa, così come nelle parti meridionali dell’Asia e dell’Europa.

I semi di nigella sono stati trovati nella tomba di Tutankhamon; è interessante notare che erano ancora utilizzabili. Cleopatra usava i semi di nigella per le loro proprietà benefiche per la salute e la bellezza. Nefertiti era famosa per la sua carnagione perfetta e si dice che fosse un’avida utilizzatrice dell’olio di semi di nigella. I semi di nigella erano comunemente raccomandati dagli antichi medici egizi come trattamento per raffreddori e mal di testa, tra le altre cose.

Molti credono che i semi di nigella siano stati menzionati nella Bibbia. Il Libro di Isaia descrive una spezia che molti considerano come semi di nigella.

Anche i romani usavano i semi di nigella per condire il loro cibo. Il nome della spezia deriva dal latino nigellus, che significa nero. Si riferisce al colore dei semi. Nel 5 a.C., Ippocrate raccomandava i semi di nigella come trattamento per i problemi digestivi. Erano ancora usati nel primo secolo, Plinio il Vecchio li menziona nella sua opera intitolata Naturalis Historia.

Nel XVI secolo, Jerome Bosch menziona ampiamente i semi di nigella nel suo New Kreüterbuch, così come Tabernaemontanus nella sua opera settecentesca The New Complete Herbal Book.

Sapore

Mentre i semi di nigella non possono essere descritti come pungenti, hanno un leggero aroma di origano. Anche se non hanno una grande fragranza, sono molto gustosi. Al palato, ci sono note erbacee di origano mescolate con note calde di cumino e un sapore di noci e cipolla.

Usi culinari

In India, i semi di nigella sono il ripieno preferito per pani come il naan. Si aggiungono anche al curry e ai pilafs.

I semi di nigella possono essere usati interi o macinati. Sono comunemente usati in una miscela di spezie conosciuta come panch puran, che include anche semi di fieno greco e semi di finocchio.

La spezia è molto popolare per il pane in molte culture gastronomiche diverse. Oltre ad essere usati per il naan, i semi di nigella sono usati come ingrediente del pane turco e di altri pani in tutto il Medio Oriente. In Medio Oriente, sono anche usati nel majdoul, un formaggio libanese. Allo stesso modo, sono usati per insaporire un formaggio spalmabile armeno.

In altre parti d’Europa, sono usati come sostituto dei semi di carvi, per esempio nel pane di segale ebraico.

error: Contenuto protetto!