Cosa sono i semi di papavero?

Cosa sono i semi di papavero?

Storia

Si presume che i semi di papavero abbiano avuto origine nell’Asia occidentale o nella regione del Mediterraneo occidentale. Gli storici ritengono che furono coltivati per la prima volta nella bassa Mesopotamia dai Sumeri intorno al 3400 a.C. Fu in questo periodo che l’oppio fu scoperto e usato per la prima volta.

La pianta, così come i suoi usi medicinali e alimentari, sarebbe stata trasmessa agli Assiri, poi ai Babilonesi e infine agli Egiziani. I semi di papavero sono stati descritti dagli antichi egizi intorno al 1550 a.C. come un efficace sedativo. I semi di papavero erano utilizzati anche dai Minoici durante l’età del bronzo.

La conquista dell’Egitto da parte di Alessandro Magno segnò l’inizio dell’importazione di spezie dal Medio Oriente alla Grecia. I semi di papavero erano una di queste spezie. Fu anche in questo periodo che iniziò l’uso dei semi di papavero nel pane.

I semi di papavero erano anche comunemente usati nell’antica Roma. Erano un ingrediente essenziale nel dessert preferito del famoso gourmet Apicio.

L’uso dei semi di papavero continuò in Europa per tutto il Medioevo. Venivano usati sia come medicina che come spezia. Oggi, il più grande produttore mondiale di semi di papavero è la Repubblica Ceca, con la Turchia e la Spagna al secondo e terzo posto.

Sapore

I semi di papavero hanno un sapore di noce con note speziate e dolci. Il loro sapore è sottile e i semi di papavero sono usati principalmente per la loro capacità di dare una consistenza croccante.

Usi culinari

Negli Stati Uniti, i semi di papavero sono famosi per essere usati in muffin, bagel e kaiser rolls. I muffin al limone e semi di papavero sono un’applicazione particolarmente popolare di questa spezia.

Sono anche molto usati nella cucina dell’Europa dell’Est, dove appaiono nello strudel polacco di semi di papavero e nel budino ungherese di semi di papavero.

error: Contenuto protetto!