Cosa sono i semi di sesamo nero?

Cosa sono i semi di sesamo nero?

Storia

I semi di sesamo sono considerati una delle spezie più antiche del mondo e sono menzionati nella mitologia assira. Ci sono prove che i semi di sesamo erano usati dagli antichi cinesi intorno al 5000 a.C. I cinesi usavano l’olio di questi semi come combustibile per le lampade e li bruciavano per fare la fuliggine per i loro calamai.

Altre prove mostrano che il sesamo era coltivato in India intorno al 1600 a.C. Gli storici ritengono che l’India sia in realtà il paese d’origine dei semi di sesamo. In particolare, si pensa che abbiano avuto origine nell’arcipelago indiano, noto anche come le isole delle spezie.

Anche i romani usavano i semi di sesamo. Nell’antica Roma, i semi di sesamo venivano macinati con il cumino per fare una crema da usare sul pane.

Nel 1500 a.C., i semi di sesamo erano coltivati in varie parti dell’Africa, tra cui l’Egitto e il Sudan.

Nelle Americhe, i semi di sesamo sono arrivati tramite gli schiavi africani. Gli schiavi chiamavano i semi di sesamo “benne” ed è per questo che i semi di sesamo appaiono in molte specialità del sud degli Stati Uniti.

Come i semi di sesamo dorati, i semi di sesamo nero non sono mondati. Il fatto che abbiano il guscio dà loro un aspetto più scuro dei semi di sesamo bianchi. I semi di sesamo bianco sono stati rimossi dal loro guscio, esponendo la parte interna bianca del seme. A parte il mallo o la mancanza di mallo, non c’è differenza tra i semi di sesamo nero e i semi di sesamo bianco.

Si crede che la parola sesamo derivi dalla parola araba simsim e dalla parola egiziana semsent.

Oggi, i semi di sesamo nero sono usati principalmente in Asia. I semi di sesamo bianchi sono più popolari in Occidente e in Medio Oriente.

Sapore

Poiché i semi di sesamo nero hanno il loro guscio intatto, hanno una nota leggermente amara che non è presente nei semi di sesamo bianco. Inoltre, i semi di sesamo nero sono più croccanti dei semi sgusciati, il che dà loro una consistenza diversa.

Usi culinari

I semi di sesamo nero sono un ingrediente molto popolare nella cucina giapponese e sono uno dei principali ingredienti usati nel shichimi togarashi, una miscela di spezie giapponese. Sono anche usati in vari dolci asiatici e piatti di noodle. I semi di sesamo nero sono usati in alcune varianti del tong sui, un dolce cantonese che assomiglia a una zuppa dolce.

error: Contenuto protetto!