Come sostituire l'aceto di vino rosso?

Come sostituire l’aceto di vino rosso?

L’aceto di vino rosso è un aceto primario se si cucinano regolarmente specialità francesi, anche se è abbastanza versatile da essere usato in altre cucine. Se lo finisci o vuoi sostituirlo per un altro motivo, prova uno dei sostituti dell’aceto di vino rosso qui sotto.

1. Aceto balsamico

L’aceto balsamico è associato principalmente alla cucina italiana e ha un sapore dolce e fruttato con una leggera acidità. L’aceto balsamico è usato in tutti i tipi di ricette, dalle carni alla griglia alle vinaigrette alla frutta in camicia.

I migliori aceti balsamici sono fatti con succo d’uva che viene bollito e ridotto prima di essere invecchiato per oltre 12 anni. Le versioni più economiche sono fatte mescolando l’aceto balsamico con aceto di vino e colorante alimentare.

L’aceto balsamico è più delicato dell’aceto di vino rosso e non è così aggressivo in termini di acidità. Questa dolcezza completerà i profili di sapore di alcuni piatti, meno in altri. Per esempio, potrebbe non essere una buona opzione nelle marinate perché non ha la forte astringenza dell’aceto di vino rosso, anche se può essere una buona salsa finale nello stesso piatto.

2. Vino rosso

Poiché l’aceto di vino rosso è fatto con il vino rosso, si può usare il vino rosso da solo come sostituto in molte ricette. Si presta bene alla maggior parte delle condimenti e delle marinate dove porta lo stesso colore e gran parte del sapore. Potete renderlo ancora più simile all’aceto di vino rosso mescolandolo con aceto bianco distillato.

L’aceto bianco distillato è relativamente insapore a parte la sua acidità, quindi non è un buon sostituto senza accompagnamento. È anche astringente e aspro, cosa che può essere mitigata dall’aggiunta di vino rosso. La miscela può evitare che i condimenti per insalata emulsionati si rompano, cosa che può succedere se sono fatti solo con il vino rosso.

Il vino rosso da solo non è adatto ai piatti in cui l’acidità dell’aceto è necessaria per intenerire la carne. Il vino rosso non è così acido come l’aceto di vino rosso perché non è stato acidificato dai batteri. L’acidità dell’aceto bianco distillato può porvi rimedio. Si può iniziare mescolando due parti di vino rosso con una parte di aceto bianco distillato e regolare il rapporto a seconda dei gusti da lì.

3. Succo di limone o succo di lime

La ragione principale per usare l’aceto di vino rosso o qualsiasi altro tipo di aceto è quella di aggiungere acidità al cibo. Si può ottenere la stessa acidità dal succo di limone o dal succo di lime, così come da molti altri agrumi che possono dare sapori intensamente aspri. Il succo di limone, o di lime, può essere usato nei condimenti dell’insalata e in alcune salse.

Sia il succo di limone che quello di lime hanno sapori e aromi forti e caratteristici che vanno di pari passo con la loro acidità. Alcuni piatti possono beneficiarne, ma non tutti.

4. Aceto di vino bianco

L’aceto di vino bianco è un buon sostituto dell’aceto di vino rosso, anche se non ha sempre un sapore intenso come quest’ultimo. Inoltre non ha lo stesso colore. Detto questo, può svolgere un ruolo simile nella maggior parte delle ricette.

5. Aceto di sidro di mele

L’aceto di sidro di mele fornisce le stesse note fruttate che rendono l’aceto di vino rosso un ingrediente così importante. Il carattere fruttato è particolarmente utile nelle vinaigrette che sono destinate a completare insalate verdi fresche.

error: Contenuto protetto!