Come sostituire l'amido di tapioca?

Come sostituire l’amido di tapioca?

Se stai cercando un addensante dal sapore neutro che possa dare al tuo piatto un aspetto bello e lucido e una consistenza liscia, l’amido di tapioca è probabilmente la tua migliore scommessa. È facile da trovare e funziona ugualmente bene sia in piatti salati che dolci.

Se hai sbagliato i calcoli e scopri che non ne hai abbastanza nella tua credenza, devi trovare un equivalente altrettanto efficace. Probabilmente hai uno dei sostituti qui sotto.

1. Arrowroot

L’arrowroot è un altro amido di radice con proprietà simili all’amido di tapioca. Si ottiene da piante della famiglia delle Marantaceae e da altri tuberi.

L’arrowroot non è solo un addensante dal sapore neutro, ma mantiene anche la superficie dei liquidi addensati trasparente e brillante, come nel caso dell’amido di tapioca. Oltre ad avere un effetto simile, l’arrowroot ha anche qualità simili in quanto è senza glutine e quindi un sostituto ideale se si sta seguendo una dieta senza glutine.

Inoltre, l’arrowroot ha una serie di vantaggi rispetto all’amido di tapioca: può resistere ai liquidi acidi senza perdere le sue proprietà e ha anche un valore nutritivo superiore.

D’altra parte, una delle caratteristiche degli amidi di radice come l’arrowroot è che non tollerano il calore per lunghi periodi di tempo o si decompongono e perdono il loro spessore. Pertanto, è necessario aggiungerlo al piatto all’ultimo momento, appena prima di toglierlo dal fuoco. Si dovrebbe anche evitare di usare l’arrowroot per addensare i prodotti lattiero-caseari, perché può dare loro una consistenza viscida.

Usa circa la metà della quantità di arrowroot che la tua ricetta richiede in amido di tapioca. Mescolalo con acqua fredda per fare un impasto e aggiungilo al tuo piatto.

2. Fecola di patate

Come l’amido di tapioca e l’arrowroot, la fecola di patate proviene da una radice. È costituito dall’amido estratto dalla patata. Si differenzia dalla farina di patate per il suo sapore neutro e funziona esattamente come l’amido di tapioca. Ha anche la stessa superficie lucida e l’aspetto trasparente degli altri amidi di radice.

Inoltre, la fecola di patate contiene più nutrienti dell’amido di tapioca. È un amido resistente, il che significa che non viene digerito nello stomaco o nell’intestino tenue come altri amidi. Di conseguenza, è prezioso per il controllo dello zucchero nel sangue.

Usate la metà della quantità di fecola di patate rispetto all’amido di tapioca nella vostra ricetta e optate per il metodo “slurry” quando la aggiungete al vostro piatto.

3. Amido di mais

L’amido di mais è un addensante comunemente usato, tanto che la maggior parte dei cuochi domestici seri ne tiene una scatola o due in cucina. L’amido di mais è un amido di cereali che proviene dall’endosperma del chicco di mais. Questo gli conferisce alcuni vantaggi e svantaggi particolari rispetto agli amidi di radice.

Il vantaggio principale è che l’amido di mais non si rompe quando viene cotto a lungo. L’unico effetto è che l’acqua nel piatto evapora e il piatto diventa ancora più denso. D’altra parte, l’amido di mais non tollera molto bene le alte concentrazioni di sostanze acide o di zucchero. Può perdere il suo potere addensante e far sì che i piatti abbiano una consistenza debole e una consistenza farinosa.

Tenete presente che i liquidi addensati con amido di mais non hanno lo stesso aspetto trasparente di quelli fatti con amido di radici. In confronto, tendono ad essere leggermente torbide.

Usa la metà della quantità di amido di mais che la tua ricetta richiede per l’amido di tapioca.

4. Pectina

La pectina è la sostanza usata per solidificare le marmellate. Può essere usato in alcuni dolci al posto dell’amido di tapioca.

error: Contenuto protetto!