Come sostituire la carragenina?

Come sostituire la carragenina?

La carragenina è un additivo comunemente usato nell’industria alimentare come agente gelificante e miglioratore della sensazione in bocca. Non è un ingrediente molto comune per i cuochi di casa, ma è disponibile presso vari rivenditori.

Se hai bisogno di un prodotto con le stesse proprietà della carragenina, ma non vuoi aspettare una spedizione via internet o hai altre preoccupazioni su questa sostanza, prova uno dei sostituti della carragenina qui sotto.

1. Agar-agar in polvere

Come la carragenina, l’agar-agar in polvere è estratto dalle alghe e ha proprietà gelificanti dovute al suo alto contenuto di fibre solubili. Deriva infatti dallo stesso tipo di alghe marine utilizzate per produrre la carragenina. Un’altra importante caratteristica comune è il fatto che l’agar-agar in polvere proviene da una pianta, il che lo rende un eccellente agente gelificante vegano.

L’agar-agar è usato principalmente in Asia, dove è usato per dare alle caramelle la loro consistenza unica. Queste caramelle sono popolari in molti paesi asiatici e hanno una consistenza simile ai dolci a base di gelatina che si trovano in Occidente, ma senza la sensibilità alla temperatura inerente alla gelatina. Va notato che gli enzimi in alcuni frutti possono impedire all’agar-agar di gelificare.

2. Gelatina

La gelatina e la carragenina hanno consistenze molto simili. La gelatina è anche molto più facile da trovare. La gelatina non aromatizzata è disponibile nella maggior parte dei negozi di alimentari ed è relativamente economica. Anche solo per la sua disponibilità, è un buon sostituto della carragenina, che non è necessariamente il prodotto più facile da trovare se ne avete bisogno rapidamente.

L’aspetto negativo è che la gelatina è un prodotto animale, a differenza degli altri sostituti della carragenina in questa lista. Come tale, non è adatto a vegani o vegetariani. Inoltre, la gelatina richiede basse temperature per indurirsi e quindi non può essere usata per preparazioni a temperatura ambiente.

3. Pectina in polvere

La pectina in polvere è un’altra forma di fibra solubile usata come addensante, ma deriva dalla frutta, non dalle alghe. La pectina si trova in molti frutti, ma le mele e le arance sono due delle fonti più abbondanti. Nella cucina occidentale, la pectina gioca un ruolo centrale nella preparazione della marmellata. Si usa per ottenere la consistenza densa e sciropposa delle marmellate; è più un addensante che un gelificante.

La pectina è un prodotto vegetale come la carragenina, quindi i vegani possono mangiarla senza preoccupazioni, ma la sua somiglianza con le alghe non finisce qui. La pectina in polvere fa il suo lavoro a temperatura ambiente, il che significa che la refrigerazione non è necessaria. L’unico vero svantaggio della pectina in polvere è che ha bisogno di zucchero per avere effetto.

Non siete limitati alla pectina venduta nei negozi di alimentari, perché potete anche ottenere la pectina direttamente dalla frutta. Si può estrarre la pectina facendo bollire le bucce o i noccioli dei frutti ricchi di pectina. I noccioli d’arancia sono una fonte conveniente. In altri casi, potete semplicemente aggiungere la frutta stessa alla vostra marmellata per ottenere l’effetto desiderato. Le pesche sono spesso usate in questo modo.

4. Amido di mais

Se hai bisogno di un addensante semplice che sia stabile a temperatura ambiente, l’amido di mais è una grande opzione. Non solo è facile da trovare ad un prezzo molto conveniente, ma è anche vegano.

5. Alginato di sodio

L’alginato di sodio è un altro agente gelificante derivato dalle alghe. Recentemente ha guadagnato popolarità come additivo alimentare ed è usato per incapsulare liquidi in una membrana gelificata e per creare schiume stabili.

error: Contenuto protetto!