Come sostituire il gomasio?

Come sostituire il gomasio?

Il gomasio è un semplice condimento che di solito consiste in semi di sesamo macinati mescolati con sale. Ci sono delle varianti, comprese le alghe, ma nella maggior parte dei casi la miscela è la più elementare possibile.

Il gomasio è comunemente associato alla dieta macrobiotica; tuttavia, è possibile utilizzarlo in qualsiasi ricetta in cui si cerca un leggero sapore umami e una nota salata. Se non riesci a trovare il gomasio vicino a te o hai bisogno di un sostituto in fretta, prova una delle alternative qui sotto.

1. Fai il tuo gomasio

Dal momento che questo condimento è una miscela molto semplice, puoi prepararlo da solo senza molte difficoltà. I semi di sesamo e il sale sono facili da trovare e relativamente poco costosi. Potete aggiungere un po’ di zucchero o di alga wakame se preferite arricchire la miscela di base, ma questi ultimi due ingredienti sono facoltativi.

Cominciate a tostare i semi di sesamo per estrarre il giusto sapore. Se state aggiungendo delle alghe, dovrete anche tostarle prima di schiacciarle con il sale. La fase di frantumazione è la parte più difficile, ma si può fare con un robot da cucina o un macinino per spezie.

Se vuoi che il tuo gomasio sia tradizionale, usa un suribachi. Un suribachi è un mortaio e pestello giapponese. A differenza della sua controparte occidentale, il suribachi ha piccole creste che lo rendono più efficace per macinare alimenti come i semi di sesamo.

2. Shichimi togarashi

Il shichimi togarashi è un altro condimento giapponese che contiene semi di sesamo. È spesso usato allo stesso modo di gomasio. Puoi usarlo come condimento per i tuoi piatti di riso e verdure.

Il shichimi togarashi contiene spezie piccanti, quindi il suo profilo di gusto è vivace e complesso. È quindi molto diverso dalla semplicità che caratterizza il gomasio. Tenete presente che il shichimi togarashi tradizionale contiene, tra le altre cose, peperoncino, pepe sansho e semi di canapa. Vi darà lo stesso gusto di nocciola e la stessa croccantezza del gomasio mentre esalta le note umami del vostro cibo come farebbe il gomasio.

3. Furikake

Il furikake è una miscela di spezie giapponese relativamente nuova che ha qualche somiglianza con il gomasio. È stato concepito come integratore alimentare per il popolo giapponese all’indomani della seconda guerra mondiale, e come tale, è destinato a fornire nutrienti oltre al sapore. Ha la salinità del gomasio così come elementi umami dalle chips di bonito, dalle alghe e dai semi di sesamo che contiene.

Il bonito è l’ingrediente caratteristico del furikake. Il bonito è una specie di pesce della stessa famiglia del tonno. Quando viene usato per fare il furikake, il bonito viene disidratato e poi immerso nella salsa di soia, dopodiché viene nuovamente essiccato. Il bonito conferisce al furikake un sapore leggermente salato piuttosto che di pesce. Il furikake ha un ruolo simile al gomasio, in quanto è un condimento tradizionale usato per condire il riso e gli onigiri.

4. Semi di sesamo

I semi di sesamo da soli possono fornire gran parte del sapore che si desidera nel gomasio. Ricordatevi di tostare i semi prima di aggiungerli al vostro piatto.

5. Zaatar

Lo zaatar è una miscela di spezie mediorientale che si basa molto sui semi di sesamo, simile ai condimenti giapponesi di cui sopra. Oltre ai semi di sesamo, è composto anche da origano e sommacco.

Quindi non corrisponde esattamente al profilo di sapore del gomasio, ma fornisce alcune delle stesse note. Nonostante queste differenze, dovrebbe essere adatto a molti piatti in cui si usa il gomasio.

error: Contenuto protetto!