Come sostituire il latte di mandorla?

Come sostituire il latte di mandorla?

Il latte di mandorla è una varietà di latte vegetale fatto con le mandorle. Ha una consistenza cremosa e un sapore di noce, anche se alcune varietà sono aromatizzate con vaniglia o cioccolato. Il latte di mandorla è popolare tra le persone intolleranti al lattosio e tra i vegani che non consumano latticini.

Il latte di mandorla è ricco di calcio e non contiene zucchero, colesterolo o grassi insaturi, ma è relativamente ricco di sodio. Contiene naturalmente le vitamine A e D, ma a causa del suo basso contenuto proteico, non è una buona alternativa al latte di mucca, al latte materno o ad altre formule per i bambini sotto i 2 anni di età.

Inoltre, il latte di mandorla è molto versatile e può sostituire il latte di mucca in molte ricette, tra cui zuppe, puree, condimenti, salse e prodotti da forno.

Se non avete il latte di mandorla a portata di mano o volete sostituirlo per un altro motivo, ecco alcuni dei migliori sostituti possibili.

1. Latte di cocco

Il latte di cocco ha un colore bianco latteo e un sapore di cocco distintamente dolce. Viene estratto dalla polpa delle noci di cocco mature. Il suo sapore intenso è dovuto al suo alto contenuto di grassi, soprattutto saturi.

Rispetto al latte di mandorle, il latte di cocco è molto più ricco di grassi e calorie. Anche se ci sono versioni a basso contenuto calorico, il suo contenuto calorico è ancora superiore a quello del latte di mandorla. Come il latte di mandorla, il latte di cocco è ideale per le persone allergiche al latte, intolleranti al lattosio o vegane.

Si può bere crudo, ma a causa del suo gusto forte, non può sostituire con successo il latte di mandorla nel caffè o nel tè. Tuttavia, è una buona alternativa per cuocere e cucinare. È ideale per i dessert al cocco, ma è anche comunemente usato nei curry e nelle zuppe. Il latte di cocco è un ingrediente chiave della cucina indiana, polinesiana, thailandese e nepalese.

2. Latte di soia

Il latte di soia è fatto da una miscela di acqua, olio e semi di soia. Sia il latte di soia che il latte di mandorla sono senza lattosio, vegani e a basso contenuto di colesterolo, ma differiscono nella nutrizione.

Il latte di soia ha più proteine del latte di mandorla, ma meno calcio. Quando si tratta di carboidrati, fibre e vitamine B12, A e D, il latte di soia è il vincitore. Ha anche molto meno sodio del latte di mandorla.

Molte persone hanno difficoltà ad abituarsi al gusto del latte di soia, ma ci sono versioni aromatizzate al cioccolato e alla vaniglia che rendono più facile il passaggio al latte di soia.

Sia il latte di mandorla che il latte di soia contengono basse quantità di grassi e possono quindi essere utilizzati per alleggerire qualsiasi ricetta di torta o dessert. Il loro uso in cucina è molto simile, quindi tutto dipende da quale sapore si adatta meglio.

3. Latte di riso

Il latte di riso è di solito fatto con riso integrale. È il meno allergenico delle diverse varietà di latte a base vegetale. È trascurabile in proteine e contiene pochissimo calcio, anche se alcuni prodotti sono fortificati con il calcio. È anche privo di lattosio e colesterolo.

Il latte di riso industriale è talvolta addolcito con zucchero o altri dolcificanti e/o aromatizzato con vaniglia. Tuttavia, anche se non è zuccherato, il latte di riso non dovrebbe essere considerato una buona opzione per i diabetici a causa del suo alto contenuto di amido.

L’uso del latte di riso nelle ricette spesso si traduce in prodotti dal sapore più dolce di quelli fatti con il latte di mandorla. Può quindi essere una buona idea ridurre la quantità di zucchero di qualche cucchiaio. A causa del basso contenuto di grassi del latte di riso, la consistenza delle vostre preparazioni sarà probabilmente più asciutta. Si può rimediare aggiungendo ingredienti succosi, come le bacche, o sottocucinando le ricette.

4. Latte d’avena

Il latte d’avena proviene da chicchi d’avena interi. A causa del suo maggiore contenuto calorico e di carboidrati, ha una consistenza cremosa diversa dal latte di mandorla. Rispetto ad altre varietà di latte a base vegetale, è l’unico, insieme al latte di canapa, la cui consistenza può essere paragonata al latte di mucca.

Inoltre, non contiene addensanti artificiali e il fatto che faccia schiuma lo rende un’ottima alternativa non casearia per accompagnare il caffè. Può anche essere usato con successo come sostituto del latte di mandorla nella cottura.

5. Latte di canapa

Un’altra alternativa popolare al latte animale, il latte di canapa o di semi di canapa è molto basso in calorie e carboidrati. Questo lo rende una scelta eccellente per coloro che vogliono ridurre l’assunzione di carboidrati.

Il latte di canapa è fatto con semi di canapa ammollati in acqua ed è sicuro per le persone con intolleranza alla soia o allergie al latte. È anche eccellente per vegani e vegetariani perché contiene proteine di alta qualità, acidi grassi essenziali e minerali.

Ha un sapore leggermente dolce e di noce. La sua consistenza è molto simile a quella del latte di mucca, motivo per cui si dice che sia migliore del latte di soia per fare il caffellatte. Il latte di canapa zuccherato o aromatizzato è disponibile nei negozi.

6. Latte di anacardi

Carico di minerali, vitamine e acidi grassi sani, il latte di anacardi è molto nutriente. È naturalmente privo di lattosio ed è adatto a chiunque voglia sostituire il latte di mandorla con un prodotto dal sapore simile.

Rispetto al latte di mandorla, è un po’ più cremoso e grasso. Il suo sapore di noce è più leggero e dolce. È un’eccellente alternativa al latte di mandorla per la cioccolata calda, il caffè o il tè.

Il latte di anacardi è anche molto versatile. Può essere usato nella maggior parte delle stesse ricette, comprese le salse, i dolci, il gelato fatto in casa o i frullati.

error: Contenuto protetto!