Come sostituire il manchego?

Come sostituire il Manchego?

Il Manchego è probabilmente il più conosciuto e diffuso dei formaggi spagnoli. È fatto con il latte di pecora manchega. Questo formaggio viene stagionato per almeno tre o quattro mesi e fino a due anni.

Il Manchego è un formaggio semiduro con un bel colore dorato. Ha un sapore più o meno pronunciato di sale, noci e burro. Si trova più spesso sotto forma di una ruota con una crosta spessa.

Se non riuscite a trovare il Manchego dal vostro casaro locale o volete sostituirlo per qualche altra ragione, ecco alcuni dei migliori sostituti possibili.

1. Asiago

L’Asiago è un formaggio originario del Veneto. Questo formaggio è fatto con latte vaccino intero. La sua consistenza varia a seconda del tempo di invecchiamento. La varietà più fresca è conosciuta come Asiago pressato, che ha una consistenza morbida e diventa friabile con l’età, dandogli un nuovo nome, Asiago d’allevo.

L’Asiago pressato è fatto con latte intero, che viene stagionato per mesi, ma viene venduto come un formaggio morbido e fresco. D’altra parte, l’Asiago d’allevo è stagionato da pochi mesi a diversi anni. L’Asiago d’allevo maturato da 4 a 6 mesi è conosciuto come Asiago mezzano, l’Asiago d’allevo maturato da 9 a 18 mesi è conosciuto come Asiago vecchio, mentre l’Asiago stravecchio è il più vecchio, maturato per più di 18 mesi.

La crosta dell’Asiago varia dal colore paglierino al grigio-marrone man mano che si indurisce. Può anche avere fori di varie dimensioni.

L’Asiago ha un sapore lattiginoso, dolce, pungente e rotondo con un aroma penetrante. Queste caratteristiche lo rendono un formaggio versatile che può essere usato per fondere, affettare o grattugiare. Si usa spesso per arricchire il gusto di zuppe, pasta, salse, panini, insalate, ecc.

2. Chihuahua

Il termine “Chihuahua” non è solo il nome di una razza di cane, ma anche di un formaggio. È anche conosciuto come queso Chihuahua, perché proviene dallo stato di Chihuahua, in Messico.

Ha un colore giallo-biancastro e una consistenza semi-morbida. Ha un gusto delicato paragonabile al Cheddar o al formaggio chester. La sua consistenza e il suo sapore lo rendono un buon formaggio da fonduta, ma anche un ingrediente versatile per salse, quesadillas, chilaquiles, ecc.

Il Chihuahua è fatto con latte vaccino intero, riscaldato e poi raffreddato; viene poi infuso con semi di annatto per dargli colore e caglio per facilitare la coagulazione. Il formaggio viene poi salato, tagliato, versato in stampi e pressato.

3. Cheddar

Il formaggio Cheddar è nato intorno al 1100 nel villaggio di Cheddar nel sud-ovest dell’Inghilterra. Le condizioni geografiche della Cheddar Valley forniscono una temperatura umida ideale per la maturazione del formaggio.

Il formaggio Cheddar ottiene il suo colore giallastro o biancastro dall’erba di cui si nutrono le mucche, che contiene carotene. Tuttavia, ottiene il suo colore giallo-arancione scuro dal colorante alimentare aggiunto, i semi di annatto. Con l’invecchiamento, il formaggio sviluppa un gusto corposo e tagliente.

4. Mozzarella

La Mozzarella è un formaggio originario dell’Italia, poi trasferito in Australia durante la seconda guerra mondiale. Gli immigrati italiani che vennero in Australia in cerca di rifugio portarono con sé questo formaggio. Il suo gusto ricco, appiccicoso e filante si è fatto strada nella cucina australiana contemporanea.

La Mozzarella è fatta con latte di mucca o di bufala pastorizzato o non pastorizzato. Ha un sapore lattiginoso, è stagionato e ha una consistenza semi-morbida. È noto per il suo carattere fondente e la sua consistenza elastica.

Le sue eccellenti qualità di fusione lo rendono un ingrediente ideale per piatti al forno, fondute, pizze e panini.

5. Parmigiano

Il Parmigiano è un formaggio italiano duro e granuloso. È probabilmente il formaggio più famoso del mondo. È noto per il suo sapore fruttato, saporito, pungente, di noce e per il suo forte aroma.

Il Parmigiano si sposa bene con la pasta, le zuppe o i risotti. Può anche essere gustato da solo.

6. Pecorino Romano

La storia del Pecorino Romano risale ai tempi dell’antica Roma. È protetto dal diritto dell’Unione Europea come DOP (denominazione d’origine protetta). La legge stabilisce che il formaggio può essere fatto solo nelle province di Toscana e Grosseto, così come nelle isole del Lazio e della Sardegna.

Tradizionalmente, il Pecorino Romano è fatto solo con latte di pecora intero, ma molte varietà di formaggio che portano questo nome sono fatte con latte di mucca.

Ancora oggi, il formaggio viene prodotto con un procedimento che risale a secoli fa. Il sale gioca un ruolo essenziale nella fabbricazione di questo formaggio. Viene salato a mano e il sale viene usato ripetutamente per ricoprire le ruote. Il Pecorino Romano viene stagionato da 8 a 12 mesi, ottenendo un formaggio secco, granuloso e dal gusto forte.

Il giovane Pecorino Romano ha un gusto delicato e aromatico con una consistenza morbida e gommosa. Invecchiando, il formaggio diventa friabile, a scaglie, granuloso e denso, mentre acquisisce un sapore salato, piccante, affumicato e pungente e un forte aroma di noce.

Il suo gusto estremamente salato non è per tutti. Tuttavia, il Pecorino Romano si abbina bene con un buon vino italiano corposo o in piccole quantità come condimento per pasta, pane e stufati.

7. Zamorano

Lo Zamorano è un popolare formaggio spagnolo fatto con latte di pecora, e non una pecora qualsiasi, ma con latte di pecore castigliane e churra. Il formaggio è originario della provincia di Zamora nella comunità autonoma di Castilla y León.

Lo Zamorano ha un colore giallo pallido e una consistenza dura e friabile. Ha un sapore di nocciola e burro ed è spesso abbinato a un buon bicchiere di vino. Se sei preoccupato per la tua salute, devi sapere che lo Zamorano contiene il 45% di grassi!

error: Contenuto protetto!