Come sostituire l'olio di colza?

Come sostituire l’olio di colza?

L’olio di colza è un olio popolare per il suo sapore delicato, l’alto punto di fumo e l’impressionante serie di benefici per la salute. È anche poco costoso e facile da trovare in molti negozi di alimentari.

Se finisci improvvisamente o hai bisogno di un’alternativa per qualche altra ragione, prova uno dei sostituti dell’olio di colza qui sotto.

1. Olio di oliva

L’olio di oliva è un olio simbolo della cucina mediterranea, ottenuto dalla spremitura delle olive. È uno degli oli più sani e più facilmente disponibili. I suoi numerosi benefici per la salute includono la sua capacità di combattere l’infiammazione e controllare i livelli di colesterolo.

L’olio extravergine di oliva è considerato la forma più sana di olio di oliva ed è spremuto a freddo, il che significa che non supera mai una certa temperatura durante l’estrazione. L’olio di oliva spremuto a freddo è considerato di migliore qualità rispetto alle altre varietà.

L’olio extravergine di oliva ha un profilo di sapore più forte e riconoscibile dell’olio di colza, e il suo punto di fumo è più basso; tuttavia, ci sono versioni extra light che hanno un gusto neutro e un alto punto di fumo. D’altra parte, un olio di oliva di qualità è generalmente più costoso dell’olio di colza.

2. Olio di cartamo

La pianta che fornisce l’olio di cartamo appartiene alla stessa famiglia del girasole. Con il suo gusto neutro e l’alto punto di fumo, l’olio di cartamo è una buona alternativa all’olio di colza, specialmente per la cottura al forno e la frittura in superficie.

Infatti, l’olio di cartamo ha un punto di fumo leggermente più alto dell’olio di colza, quindi può essere usato per le cotture ad alta temperatura, come la frittura. Gli studi dimostrano che la sua lista di benefici include un migliore controllo dello zucchero nel sangue e la lotta all’infiammazione.

Tenete presente che ci sono due tipi di olio di cartamo: alto oleico e alto linoleico. La varietà altamente oleica è ricca di grassi monoinsaturi, mentre la varietà altamente linoleica è ricca di grassi polinsaturi.

L’olio di cartamo può avere seri inconvenienti, tuttavia, compreso il fatto che può agire come anticoagulante. Appartiene anche alla famiglia dell’ambrosia, quindi potresti doverlo evitare se sei allergico a questo gruppo di piante.

3. Olio di avocado

L’olio di avocado è caratterizzato da un alto punto di fumo e da un aroma sottile. È uno degli oli commestibili più sani ed è adatto sia per la frittura che per applicazioni crude come i condimenti per l’insalata. Si può usare per la cottura al forno e per spruzzare sulle verdure. Il contenuto di grassi monoinsaturi dell’olio di avocado è tra i più alti di tutti gli oli da cucina.

L’olio di avocado può essere molto costoso, il che implica che potreste non essere in grado di usarlo nella stessa quantità dell’olio di colza.

4. Olio di girasole

L’olio di girasole è pieno di grassi polinsaturi che sembrano aiutare a prevenire il diabete e ad abbassare il colesterolo. È ricco di vitamina E e può aiutare a ridurre il rischio di cancro.

Come l’olio di colza, l’olio di girasole ha un gusto praticamente neutro, che lo rende adatto alla maggior parte degli stessi usi, come la cottura e la frittura.

5. Olio di mais

L’olio di mais è probabilmente uno dei sostituti più facili ed economici dell’olio di colza. Ricavato dal germe del chicco di mais, l’olio di mais contiene una notevole quantità di grassi polinsaturi e può aiutare a controllare i livelli di colesterolo.

Il suo sapore delicato e l’alto punto di fumo lo rendono uno dei migliori sostituti dell’olio di colza per friggere.

error: Contenuto protetto!