Come sostituire l'olio di semi d'uva?

Come sostituire l’olio di semi d’uva?

L’olio di semi d’uva è prodotto principalmente nei paesi produttori di vino come l’Italia e la Francia. Viene estratto dai semi d’uva e ha un alto punto di fumo di 216 °C.

La particolarità di quest’olio è che non ha un aroma forte, è molto leggero e ha un sapore di noce. L’olio di semi d’uva non è usato solo per scopi culinari, ma anche come olio da massaggio nelle spa.

Se non avete l’olio di vinaccioli a portata di mano o volete sostituirlo per un altro motivo, ecco alcuni dei migliori sostituti possibili.

1. Olio di colza

L’olio di colza è estratto dai semi di colza. È più economico dell’olio di semi d’uva, più facile da trovare e ricco di acidi grassi omega-3 e grassi monoinsaturi.

Come l’olio di semi d’uva, l’olio di colza ha un sapore neutro e un alto punto di fumo (204°C) che lo rende molto versatile. È adatto a una varietà di metodi di cottura, specialmente la cottura al forno, la frittura o il soffritto.

2. Olio di avocado

Come l’olio di semi d’uva, l’olio di avocado è ricco di vitamina E, vitamina A, vitamine del gruppo B ed è pieno di antiossidanti.

Oltre ai suoi notevoli benefici per la salute, il suo alto punto di fumo di 271°C rende l’olio di avocado un eccellente sostituto dell’olio di semi d’uva se avete intenzione di friggere.

Se avete bisogno di un olio di finitura dal sapore neutro o di un olio per fare salse, l’olio di avocado può anche essere sostituito all’olio di vinaccioli per il suo gusto sottile.

3. Olio di mais

L’olio di mais è un olio molto economico che viene estratto dai chicchi di mais. L’olio di mais biologico spremuto a freddo è l’opzione più sana perché contiene grassi monoinsaturi e polinsaturi, che si crede siano benefici per i livelli di colesterolo.

Dati i suoi benefici per la salute e il fatto che ha un punto di fumo di 210°C, l’olio di mais è un eccellente sostituto dell’olio di semi d’uva, specialmente per friggere.

4. Olio di oliva

L’olio di oliva si ottiene dalla spremitura delle olive. È ricco di vitamina E, acidi grassi omega-3 e grassi monoinsaturi, e si crede che aiuti a ridurre il rischio di varie malattie.

L’olio di oliva extra light è caratterizzato da un gusto mite e sottile. Grazie al suo punto di fumo molto alto (242°C), è ideale per la cottura ad alta temperatura.

D’altra parte, l’olio extravergine di oliva, con il suo sapore molto più forte, è più adatto come olio per condire, come olio di finitura o come ingrediente emulsionante quando si prepara la maionese fatta in casa.

5. Olio di cartamo

L’olio di cartamo è estratto dai semi di una pianta chiamata cartamo. Ha benefici per la salute simili a quelli dell’olio di semi d’uva.

L’olio di cartamo aggiunge un tocco discreto alle insalate, poiché è quasi insapore e non copre i sapori degli altri ingredienti. D’altra parte, grazie al suo punto di fumo molto alto (266°C), l’olio di cartamo è ideale per la frittura e la cottura ad alta temperatura in generale.

6. Olio di girasole

L’olio di girasole è estratto dai semi di girasole. L’olio di semi d’uva, che contiene il 65,5% di acidi grassi omega-6, e l’olio di girasole, che contiene circa il 60% di acidi grassi omega-6, sono tra gli oli culinari più ricchi di acidi grassi omega-6.

Le proprietà dell’olio di girasole lo rendono una buona alternativa all’olio di semi d’uva, sia per cucinare che per fare condimenti per insalata.

7. Olio di arachidi

L’olio di arachidi è un olio estratto dalle arachidi. Si distingue per il suo forte sapore di noce. L’olio di arachidi è disponibile anche in forma raffinata, che viene lavorato per rimuovere gli allergeni. Se siete allergici alle noci, è comunque meglio scegliere un olio alternativo.

L’alto punto di fumo (232°C) dell’olio di arachidi lo rende un perfetto sostituto dell’olio di semi d’uva nelle ricette di verdure in padella o di specialità asiatiche.

error: Contenuto protetto!