Come sostituire l'olio di soia?

Come sostituire l’olio di soia?

L’olio di soia è uno degli oli da cucina più consumati al mondo. È generalmente poco costoso e facile da trovare. Ma se lo finisci o non ti piace il sapore, puoi sostituirlo facilmente. Ecco alcuni dei migliori sostituti dell’olio di soia.

1. Olio di arachidi

Le caratteristiche principali dell’olio di arachidi sono l’alto punto di fumo e il sapore leggero. Queste due proprietà lo rendono un eccellente sostituto dell’olio di soia.

A causa del suo alto punto di fumo – che è la temperatura alla quale comincia a rompersi e a fumare – si può usare per friggere e per altri metodi di cottura ad alta temperatura. Come l’olio di soia, il punto di fumo dell’olio di arachidi è di circa 232°C.

Il gusto neutro dell’olio di arachidi raffinato è anche importante, in quanto può essere usato con ingredienti dal sapore tenue senza mascherare o alterare il sapore.

Il principale svantaggio dell’olio di arachidi è che è un po’ più caro dell’olio di soia, che è generalmente uno degli oli da cucina più economici.

2. Olio di colza

L’olio di colza è molto simile all’olio di soia in quanto ha un alto punto di fumo. Ha anche un sapore neutro, che può essere un vantaggio rispetto all’olio di soia, che a volte è fortemente aromatizzato.

Come l’olio di soia, l’olio di colza è una buona fonte di acidi grassi omega-3 e di vitamina E. Inoltre, ha un altro importante vantaggio per la salute: ha il più basso contenuto di grassi saturi di tutti gli oli da cucina.

L’olio di colza è generalmente il più economico delle alternative menzionate in questo articolo, il che lo rende un buon sostituto dell’olio di soia dal punto di vista del budget.

3. Olio di oliva

A prima vista, l’olio di oliva potrebbe non sembrare un buon sostituto dell’olio di soia, ma ha più cose in comune con esso di quanto si possa pensare. Inoltre, alcune delle sue caratteristiche lo rendono più interessante dell’olio di soia.

L’olio di oliva è una buona fonte delle due vitamine che si trovano nell’olio di soia, anche se non contiene tanta vitamina K. Contiene anche più vitamina C dell’olio di soia. Contiene anche più dell’unico minerale che si trova nell’olio di soia: il ferro.

Se usate olio di oliva raffinato – a volte chiamato olio di oliva leggero – potete usare l’olio di oliva come sostituto dell’olio di soia per le cotture ad alto calore.

L’olio extravergine di oliva ha un gusto molto forte e può sostituire il sapore dell’olio di soia in alcuni piatti, ma tenete presente che non è adatto alla cottura ad alta temperatura. Un’altra cosa da tenere a mente è il suo prezzo, poiché l’olio di oliva è considerevolmente più costoso dell’olio di soia.

4. Olio di semi d’uva

L’olio di semi d’uva ha un alto punto di fumo, quindi si può usare per friggere e per soffriggere, proprio come l’olio di soia. Il suo sapore neutro lo rende una grande alternativa se si vuole evitare il sapore intenso che l’olio di soia può a volte avere. L’olio di semi d’uva non contiene tanta vitamina K quanto l’olio di soia, ma è più ricco di vitamina E.

5. Burro

Il burro può sostituire l’olio di soia in molte ricette, ma non in tutte. Ha un basso punto di fumo, quindi bisogna usarlo con attenzione per non farlo bruciare. Se usato correttamente, il burro fornisce una profondità che non troverete in nessun altro grasso. D’altra parte, è ricco di grassi saturi e quindi non è sano per il cuore come l’olio di soia.

error: Contenuto protetto!