Come sostituire la pectina?

Come sostituire la pectina?

La pectina in polvere è un agente gelificante che può essere usato per stabilizzare una vasta gamma di alimenti, comprese le salse e persino lo yogurt. Tuttavia, è usato principalmente in marmellate e gelatine. La pectina è responsabile della consistenza delle marmellate ed è spesso la differenza tra una marmellata di frutta e uno sciroppo di frutta.

La pectina in polvere non è sempre facile da trovare. E quando lo trovate, ci sono diverse ragioni per cui potreste volerlo evitare. Queste ragioni includono il costo (la pectina in polvere può essere costosa) e il fatto che alcune persone sono allergiche ad essa o non ne amano il sapore. Prova uno di questi sostituti della pectina in polvere se hai bisogno di un’alternativa.

1. Utilizzare pectina naturale di frutta

La pectina è conveniente perché, in forma di polvere, è più facile da conservare e utilizzare rispetto ai prodotti liquidi e ad altre fonti di pectina. Ci sono modi per ottenere e usare la pectina che, anche se non è conveniente come la pectina in polvere, vi darà lo stesso effetto.

Molto prima dell’invenzione della pectina in polvere, i cuochi usavano la frutta come fonte di pectina quando avevano bisogno di un agente gelificante per marmellate e confetture. I frutti ricchi di pectina includono mele cotogne, pesche e agrumi. Un modo per ottenere l’effetto gelificante è quello di aggiungere uno di questi frutti alla frutta che state usando per fare la vostra marmellata. I pezzi di limone sono spesso incorporati a causa della pectina nella scorza.

Puoi anche usare il midollo degli agrumi per fare la tua pectina facendo bollire il midollo (le bucce senza la scorza) di circa 8 arance in 2 tazze d’acqua con un po’ di succo di limone. Si può anche ottenere la pectina facendo bollire 7-8 mele in 4 tazze d’acqua. In entrambi i casi, è necessario rimuovere la frutta e poi ridurre e filtrare il liquido per ottenere un’alta concentrazione di pectina liquida.

In alcuni casi, potrebbe non essere necessario un frutto con un alto contenuto di pectina per ottenere l’effetto di gelificazione. Le pesche e le albicocche da sole contengono abbastanza pectina per produrre l’effetto gelificante necessario nelle marmellate.

2. Agar-agar in polvere

Proprio come la pectina in polvere deriva dalle fibre solubili delle bucce della frutta, l’agar-agar in polvere deriva dalle fibre solubili di una varietà di alghe. Entrambe le polveri hanno le stesse proprietà addensanti. L’agar-agar in polvere ha il vantaggio di non aver bisogno di tanto zucchero per produrre il suo effetto gelificante.

Le differenze importanti nel prodotto finito includono il fatto che una gelatina fatta con agar-agar in polvere ha un punto di fusione più alto di una gelatina fatta con pectina in polvere e può dare alla marmellata una sensazione diversa in bocca. Inoltre, dovete sapere che l’agar-agar in polvere si solidifica molto più velocemente della pectina una volta sciolta.

3. Gelatina

La gelatina fornisce un effetto solidificante simile alla pectina, anche se proviene da una fonte diversa. La pectina è un prodotto vegetale, mentre la gelatina è un prodotto animale. Anche se entrambe le sostanze possono produrre effetti simili, le somiglianze sono minori.

La prima cosa da notare sono le differenze di consistenza. La consistenza della gelatina si traduce in un prodotto finito che è più simile a una gelatina che a una vera marmellata. L’altra cosa da considerare è che la gelatina si scioglie a temperatura ambiente. Dovrete conservare le vostre marmellate in frigorifero in modo che rimangano in forma solida.

4. Succo di limone

Per addensare marmellate e confetture, basta aggiungere un po’ di succo di limone, anche se la frutta usata è relativamente povera di pectina. La pectina nella frutta sarà attivata dall’acidità. Anche la frutta con un alto contenuto di pectina può beneficiare dell’aggiunta di un elemento acido, poiché questo permette alla pectina di essere più efficace come agente gelificante.

error: Contenuto protetto!