Come sostituire il rafano?

Come sostituire il rafano?

Il rafano è una radice pungente che è molto popolare come condimento. Puoi anche usarlo per fare la famosa salsa al rafano che spesso accompagna il roast beef in stile britannico. Se lo finisci e ne hai bisogno in fretta, considera uno dei sostituti qui sotto.

1. Wasabi

Il rafano è spesso usato come sostituto del wasabi, noto anche come rafano giapponese. Entrambi i condimenti provengono da piante affini. Il wasabi che si trova nella maggior parte dei negozi di alimentari occidentali è principalmente rafano con colorante alimentare verde aggiunto, il che lo rende un eccellente sostituto se il colore non è un problema.

Oltre ad essere verde, lo svantaggio principale del wasabi è che è un po’ più mite del rafano, il che significa che probabilmente dovrai usarne di più di quanto la tua ricetta richieda per il rafano. Può anche essere un po’ più costoso del rafano.

Usa una quantità di wasabi pari a 1,5 volte la quantità di rafano richiesta dalla tua ricetta.

2. Senape marrone

La senape è anche nella stessa famiglia del rafano e del wasabi e ottiene il suo sapore pungente dallo stesso composto chimico, l’isotiocianato di allile. È anche imparentato con il cavolo e il ravanello, che hanno lo stesso sapore, ma in misura diversa. Il sapore della senape viene dai semi della pianta, non dalla radice nel caso del rafano o dal rizoma nel caso del wasabi.

Anche se non tutte le varietà di senape sono ugualmente piccanti, la senape marrone è una delle più piccanti e quindi il miglior sostituto del rafano. Il suo colore è un marrone giallastro che non è troppo lontano dal colore del rafano pronto, il che lo rende un sostituto ideale sia visivamente che nel gusto.

Utilizzare la senape marrone come sostituto 1:1 del rafano.

3. Ravanello nero

Il ravanello nero è una varietà di ravanello che ha una superficie nera opaca. Questi ravanelli sono più grandi dei tradizionali ravanelli rossi. Il ravanello nero è imparentato con tutti i sostituti di cui sopra e ha un sapore molto simile al rafano.

Basta grattugiarlo e usarlo nello stesso modo in cui si userebbe il rafano. Si noti che per un effetto più pungente, è meglio lasciare la pelle intatta. Rimuovere la pelle dal ravanello nero riduce significativamente la sua pungenza.

Utilizzare il ravanello nero come sostituto 1:1 del rafano.

4. Zenzero

Lo zenzero è un rizoma allo stesso modo del wasabi, anche se spesso ci si riferisce ad esso come ad una radice nello stesso modo in cui il wasabi è talvolta considerato una radice.

Anche se lo zenzero non è nella stessa famiglia degli altri sostituti del rafano elencati sopra, contiene una certa intensità e può essere abbinato a molti degli ingredienti usati nei piatti che richiedono il rafano. Si noti che è un po’ più dolce del rafano, quindi potrebbe non essere adatto a tutte le ricette.

error: Contenuto protetto!