Come sostituire i semi di senape nera?

Come sostituire i semi di senape nera?

I semi di senape nera sono così comunemente usati nelle culture culinarie di tutto il mondo che ogni cuoco serio dovrebbe assicurarsi di averli a portata di mano. Esaltano il sapore di tutto, dai condimenti per l’insalata all’imbastitura a secco.

Se sei a corto di semi di senape nera e ne hai bisogno in fretta, considera uno dei sostituti qui sotto.

1. Semi di senape marrone

I semi di senape marrone sono un po’ meno piccanti dei semi di senape nera. Anche se entrambe le varietà di semi sono usate nella cucina indiana, i semi di senape marrone sono più comuni dei semi di senape nera in Europa e negli Stati Uniti perché è possibile meccanizzare la raccolta.

Come per i semi di senape nera, i cuochi indiani generalmente friggono i semi di senape marrone in olio caldo o ghi prima di incorporarli ai loro piatti. In entrambi i casi, la frittura o l’arrostimento rimuovono parte della piccantezza dei semi e danno loro un sapore di noce. Quando i semi di senape vengono riscaldati in olio o ghi, scoppiano dopo circa 30 secondi, a seconda della temperatura dell’olio.

Come i semi di senape nera, i semi di senape marrone contengono composti antimicrobici e possono aiutare a conservare chutney e sottaceti.

I semi di senape marrone non sono così piccanti come i semi di senape nera, quindi potrebbe essere necessario usarne di più per ottenere lo stesso effetto. Cerca di usare circa una volta e mezza la quantità specificata per i semi di senape nera nella tua ricetta. Regolare a piacere.

2. Semi di senape bianca

La senape bianca è la più mite tra le principali varietà di senape. Ha anche semi più grandi delle varietà marroni o nere. È la principale forma di senape usata in Europa e Nord America. È anche coltivato su larga scala in entrambi i continenti.

I semi di senape bianca sono usati per fare la senape giallo brillante che è tradizionalmente riservata agli hot dog americani. Ottiene il suo colore giallo dall’aggiunta di colorante alimentare o di curcuma. Come i semi di senape neri e marroni, anche i semi di senape bianchi sono usati nella cucina indiana. Sono una spezia preziosa per addolcire il sapore della senape.

Se usate i semi di senape bianca per sostituire i semi di senape nera, dovrete usarne molti di più per riprodurre il loro sapore pungente. Cominciate a usare il doppio della quantità di semi di senape nera nella vostra ricetta e aumentate a piacere.

3. Senape in polvere

La senape in polvere è semplicemente semi di senape macinati e viene spesso chiamata farina di senape. Di solito è fatto con semi di senape gialla o marrone. La senape in polvere deve essere mescolata con un liquido per far risaltare i suoi sapori.

Poiché la senape in polvere è di solito fatta con semi di senape gialla o marrone, ci si può aspettare che sia meno pungente dei semi di senape nera. Il fatto che sia già macinato può anche influenzare l’intensità del suo sapore. Se lo usate come sostituto, iniziate con una quantità pari a una volta e mezza la quantità di semi di senape nera richiesta dalla vostra ricetta e aumentate a piacere.

4. Olio di senape

L’olio di senape viene spremuto dai semi di senape e condivide molte delle stesse caratteristiche di gusto, compreso il piccante. Come i semi di senape nera, è apprezzato soprattutto nella cucina indiana.

Può essere usato nei condimenti per l’insalata o cosparso sulle verdure. Come per i semi di senape, il riscaldamento dell’olio di senape rimuove parte della sua piccantezza e gli dà un leggero sapore di noce.

error: Contenuto protetto!