Cos'è il tamari?

Cos’è il tamari?

Storia

Il tamari è un tipo di salsa di soia fatta dai semi di soia ma con poco o niente grano, a differenza della salsa di soia normale. Originariamente, tamari era il termine usato per il liquido che usciva dal fondo del barile quando il miso veniva pressato e fermentato. Il tamari è stato raccolto dal miso nell’VIII secolo a.C., ma potrebbe aver avuto origine in Cina secoli prima.

Il tamari originale era denso con un rapporto 2:1 di soia e acqua e veniva chiamato go-bu tamari.

Il primo negozio di tamari fu aperto in Giappone nel 1290, ma ci vollero altri due secoli perché l’industria giapponese del tamari decollasse. Nel XV secolo fu inventato il miso, che conteneva un volume maggiore di liquido. Il liquido è stato spremuto dopo la fermentazione e poi filtrato prima di essere imbottigliato.

L’etimologia della parola tamari inizia in Cina. Il nome comune cinese della salsa di soia è jiangyou, che significa il liquido estratto dal jiang. Il jiang è la pasta di soia che era il precursore della salsa di soia. La parola dou-yu è anche usata per questo prodotto. Dou-yu significa il liquido estratto dai semi di soia. In giapponese, questo si traduce nella parola tamari.

Il termine tamari è talvolta usato – erroneamente – per riferirsi solo alla salsa di soia tradizionale in stile giapponese, poiché la parola si riferisce anche a una varietà di salsa di soia che di solito non contiene grano.

Sapore

Il tamari ha una consistenza più spessa e un gusto più ricco e delicato della salsa di soia. Ha un sapore paragonabile a quello della salsa di soia, ma è molto meno salato. Fornisce la stessa nota umami che cerchiamo nella salsa di soia.

Usi culinari

Puoi usare il tamari nello stesso modo in cui usi la salsa di soia: è un condimento che esalta i sapori salati. Usalo su tofu, noodles e sushi. È ottimo per i piatti vegani, perché fornisce la nota umami che spesso manca ai piatti senza carne.

Poiché il tamari è più denso della varietà più comune di salsa di soia, è un’eccellente salsa e può anche essere aggiunto a una marinata. Se siete celiaci, potete usare una varietà di tamari senza grano come sostituto della salsa di soia, poiché non contiene glutine.

error: Contenuto protetto!