Cos'è il timo limone?

Cos’è il timo limone?

Storia

Le diverse varietà di timo sono originarie dell’Europa meridionale, dell’Africa settentrionale e dell’Asia. Il nome “timo” deriva dalla parola greca thumon che significa profumo. Il medico e botanico greco Dioscoride considerava il timo un efficace espettorante, mentre il naturalista romano Plinio il Vecchio lo considerava un disinfettante.

Le legioni romane introdussero il timo in Inghilterra, dove fu poi coltivato e ampiamente utilizzato dagli inglesi durante il Medioevo.

In passato, il timo limone era considerato un ibrido tra il timo comune (Thymus vulgaris) e il timo selvatico (Thymus pulegioides), ma il timo limone (Thymus citriodorus) è in realtà una specie separata di timo. Si noti che il timo selvatico è anche chiamato a volte timo limone.

Sapore

Il timo limone deve il suo nome al fatto che le sue foglie emanano un forte profumo di limone con note di timo. Questa varietà di timo è mite e non ha la canfora amara che a volte si trova nel timo comune. Il timo limone fornisce un intenso sapore di limone ai piatti, rendendolo un eccellente sostituto del limone e del timo comune.

Ci sono varie cultivar di timo limone, che prendono il nome dalla loro somiglianza con vari agrumi, tra cui il timo arancio.

Usi culinari

Il timo limone è meglio usarlo fresco piuttosto che essiccato. Come il limone e il timo, è versatile e può essere usato con una vasta gamma di ingredienti, tra cui pollame, pesce e verdure.

Si può usare per insaporire le patate al forno o in padella, e può essere incluso in un ripieno per pollo o tacchino.

Le foglie fresche di timo limone possono anche essere usate nelle insalate. Il timo limone si sposa bene anche con altre erbe come l’origano e il basilico.

error: Contenuto protetto!