Cos'è la verbena?

Cos’è la verbena?

Storia

La verbena è una pianta dal profumo di limone originaria del Sud America. Appartiene alla famiglia delle Verbenaceae e il suo nome latino è Aloysia citrodora. Tuttavia, la pianta ha ricevuto nomi diversi nel corso della sua storia.

Il suo primo nome era Aloysia triphylla, un nome dato da Philibert Commerson, un botanico francese. È stato il primo ad osservare la pianta durante il suo giro del mondo. I ricercatori spagnoli Casimiro Gomez Ortega e Antonio Palau y Verdera lo ribattezzarono in onore di Maria Luisa Teresa di Parma, sposata al figlio del re Carlo III. È così che la verbena è diventata nota in Spagna come “hierba luisa”. Altri nomi per la verbena includono Lippia citrodora e Verbena citrodora.

Campioni della pianta furono inviati da Casimiro Gomez Ortega a Charles Louis L’Héritier de Brutelle a Parigi. Da lì, fu presentato a John Sibthorpe (professore di botanica a Oxford) e alla Gran Bretagna. Alla fine del XVIII secolo, la verbena si trovava in tutta Londra e divenne ancora più popolare in Gran Bretagna nel corso del XIX secolo. Fu in questo periodo che la verbena fu introdotta in Nord America e divenne una pianta popolare negli orti. Negli anni seguenti, sarà più associato alla profumeria che al cibo.

La verbena come erba aromatica è caduta in una relativa oscurità nella cucina europea e nordamericana, ma ha fatto un ritorno negli ultimi anni grazie agli sforzi di erboristi e rivenditori online.

Sapore

La verbena è in una lista di erbe con note limonose che include il timo e la melissa; tuttavia, ha un sapore limonoso molto più pronunciato dei suoi parenti. Ha anche un aroma leggermente floreale.

Usi culinari

La verbena è usata principalmente per insaporire piatti di pollame e pesce, ma è anche molto usata nei dolci e nelle bevande. Si usa nelle marmellate e nei budini per replicare il sapore del limone. Può anche essere aggiunto al tè per dargli una nota di limone.

error: Contenuto protetto!